Azimut conferma la guidance

A
A
A
di Andrea Giacobino 4 Aprile 2017 | 20:37
Nel primo trimestre utile tra 57 e 67 milioni, ricavi tra 198 e 215 milioni, raccolta a 1,7 miliardi. Riacquistato il bond da 250 milioni.

Azimut Holding, la rete quotata di consulenti finanziari e private banker presieduta da Pietro Giuliani e guidata da Sergio Albarelli (nella foto), conferma le buone prospettive per l’inizio di quest’anno. Lo ha comunicato stasera la società che prevede di chiudere il primo trimestre con un utile netto consolidato tra i 57 e i 67 milioni di euro e di raggiungere ricavi consolidati tra i 198 e i 215 milioni, risultati “sostanzialmente in linea con l’aggiornamento al mercato” fornito lo scorso 9 marzo. Del pari Azimut Holding prevede nei primi tre mesi di quest’anno di registrare una raccolta netta consolidata di oltre 1,7 miliardi di euro, ai quali va aggiunta la raccolta estera, il cui numero non è attualmente disponibile.

Sempre oggi la società ha comunicato che grazie al prestito di 350 milioni di euro lanciato recentemente (vedi notizia), ha approvato l’offerta di riacquisto del prestito convertibile da 250 milioni di euro emesso nel 2013 e che scadeva nel 2020, attraverso un meccanismo di reverse bookbuilding. Ciò “per modificare la scadenza e la strutura del proprio indebitamento a lungo termine”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azimut: raccolta positiva per un mld di euro

Reclutamenti, nessuno meglio di CheBanca!

Azimut, il fintech a misura di pmi

NEWSLETTER
Iscriviti
X