Intervengono Fed e Boj

A
A
A
di Redazione 5 Ottobre 2010 | 07:45
Il presidente della Fed, Bernanke, ha ribadito la convenienza ad operare sul mercato obbligazionario al fine di stabilizzare le condizioni finanziarie e creditizie negli States.

Un discorso che non ha provocato grosse reazioni sugli indici americani, a differenza di quanto accaduto in Giappone dove la BoJ ha virtualmente tagliato i tassi a zero, annunciando nuove misure di intervento sul mercato aperto per circa 60 miliardi di dollari. Il risultato è stato decisamente positivo per il Nikkei che chiude con un guadagno dell’1,47%, in controtendenza rispetto all’Asx, -0,38% e al Sensex, -0,05%.

Partenza contrastata per le principali borse europee, con il Dax che cede lo 0,28%, in controtendenza rispetto al Cac 40, +0,34% ed al Ftse 100, +0,35%. A Piazza Affari il FTSE Mib guadagna lo 0,15% dopo mezz’ora di contrattazioni, con nessuna indicazione settoriale. Le migliori blue chip sono Azimut, +1,40%, seguita da Fonsai, +1,02% e da STM, +0,94%, mentre la lettera riguarda principalmente Snam Rete Gas, -0,88%, Italcementi, -0,54% e Prysmian, -0,45%. Il cross Euro/Dollaro si avvicina nuovamente a 1,38 ed il future sul Bund è ancora stabile a 132 punti percentuali.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, le valute degli emergenti restano stabili

Forex: i target price di Goldman Sachs sui cambi principali

Forex, Euro Index in altalena prima di nuovo forte movimento direzionale

NEWSLETTER
Iscriviti
X