Bloomberg, il miliardario con due paia di scarpe

A
A
A
di Eliana Pelucchi 12 Ottobre 2010 | 11:00
“C’è crisi, no ai lussi”

È l’ottava persona più ricca degli Stati Uniti e può contare su averi che ammontano a 18 miliardi di dollari ma da dieci anni si mette sempre le stesse due coppie di scarpe, alternandole di giorno in giorno per non farle consumare troppo. A svelare un particolare finora inedito delle abitudini di Michael Bloomberg, sindaco di New York, sono i reporter del New York Post di Rupert Murdoch che a forza di seguirlo sempre ovunque si sono accorti che al piede ha sempre gli stessi mocassini neri. Il portavoce Stu Loeser non ha avuto difficoltà ad ammettere: «Il sindaco possiede solo due paia di scarpe da lavoro, potrebbe comprarsi quelle che vuole ma ama queste, ritenendole assai comode». Le possiede da oltre dieci anni, ovvero da prima del novembre 2001 quando diventò sindaco della Grande Mela, e per conservarle adopera qualsiasi espediente: non solo le alterna ma le fa risuolare, dentro e fuori, affinché tornino costantemente a nuova vita.
In tempi di crisi economica, con la metropoli indebolita da disoccupazione tasse, la notizia è destinata ad aumentare la popolarità del sindaco, scongiurando l’apparentamento con le élites dei super-ricchi che non gioverebbe di certo alle sue prospettive politiche, tanto più che si continua a vociferare di una possibile corsa presidenziale nel 2012.

Trovi tutti gli approfondimenti
sul mondo della consulenza
su Advisor.
Tutti i mesi in edicola.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Trader o psicopatico? Il confine è sempre più labile

Un Natale di lusso

A un italiano il primo Apple della storia

NEWSLETTER
Iscriviti
X