Anche le borse europee festeggiano i conti di Citi

A
A
A
di Redazione 18 Ottobre 2010 | 15:45
Dopo un avvio in calo, le piazze europee cambiano marcia e chiudono in positivo spinte da Wall Street e dai risultati di Citigroup. Bene i finanziari. A Milano brillano Unipol e Intesa.

Giornata positiva per le principali borse europee trainate dai titoli finanziari. Dopo un avvio in calo, le piazze del Vecchio Continente hanno virato al rialzo sulla scia di Wall Street e dei risultati positivi di Citigroup. Il colosso bancario Usa ha archiviato il terzo trimestre con un utile netto di 2,2 miliardi di dollari o 0,07 dollari per azione, in netta crescita rispetto ai 101 milioni del terzo trimestre 2009, segnando il suo terzo utile operativo trimestrale consecutivo.

L’Eurostoxx 50 è salito dello 0,23%. In rialzo il Ftse Mib (+0,93%), il Cac 40 +0,11%, il Dax 30 + 0,32%. Bene il Ftse 100 (+0,65%). Oltreoceano, l’S&P 500 prosegue con un rialzo dello 0,11%, il Dow Jones dello 0,28%. In controtendenza il Nasdaq (-0,2%).

A Milano, ha trainato i rialzi Unipol (+2,77%). Secondo Affari& Finanza la compagnia assicurativa chiuderà il 2010 con risultati migliori dello scorso anno, in linea con i target fissati nel piano industriale. Intesa Sanpaolo ha archiviato un rialzo dell’1,68% a 2,565 euro dopo che nel week-end, e sorprendendo il mercato, ha acquisito da Fondazione Monte di Parma il 51% di Banca Monte Parma al prezzo di 159 milioni di euro.

Bene Enel, che ha registrato un rialzo dell’1,08% a 3,99 euro nel giorno dell’Ipo della controllata Enel Green Power. Confermando la prospettiva di incassare 3 miliardi dalla quotazione, il numero uno di Enel Fulvio Conti ha ribadito l’obiettivo di ridurre a 39 miliardi di euro l’indebitamento del gruppo entro il 2014 e ha anticipato che i risultati del 2010 potrebbero essere migliori delle attese.

Unicredit ha messo a segno un rialzo del 2,05% 1,89 euro. Nella notte è stato trovato l’accordo tra istituto e sindacati sugli esuberi della banca, nell’ambito del progetto di riorganizzazione del gruppo denominato Banca Unica. In uscita ci saranno complessivamente 4.700 dipendenti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X