FMI, la ripresa arriva grazie alle economie emergenti

A
A
A

Il Regional Economic Outlook mette in evidenza che l’America Latina trainerà la crescita globale, soprattutto il Brasile. Una conferma che il mondo si stia rovesciando.

Avatar di Redazione19 ottobre 2010 | 15:30

Il Fondo Monetario Internazionale promuove le economie emergenti. A livello globale, secondo il Regional Economic Outlook dell’istituzione, il Pil dovrebbe crescere del 4,5 % (in rialzo di mezzo punto rispetto a stime precedenti) ma con una ripresa che resta guidata dalle economie emergenti (+7,5% nei primi sei mesi dell’anno) tanto asiatiche che latino americane.

Una crescita alimentata dalla forte domanda interna ma anche dall’afflusso di capitali dall’estero. In particolare in America Latina la crescita quest’anno dovrebbe superare il 7 per cento, mentre in Centro-America il tasso dovrebbe aggirarsi intorno al 3 per cento, anche per via dei maggiori legami con gli Stati Uniti.

Nel rapporto si sottolinea inoltre la resistenza delle economie locali alla crisi del debito sovrano europeo: così, nonostante i legami – anche sul fronte bancario – con gli istituti europei, le banche latinoamericane e caraibiche non sono state “contagiate”. 

 

Ma nell’analisi del Fondo emerge chiaramente anche un altro fattore chiave, ovvero il peso del Brasile sulle economie regionali. Secondo le stime dell’Fmi, ad esempio, a una eventuale crescita del 10 per cento del Pil brasiliano corrispondere un effetto sull’economia argentina pari al 3 per cento del Pil, e simili risultati sono ipotizzati nei rapporti con Paraguay e Uruguay.

Nel documento del Fondo Monetario, comunque, si evidenziano i rischi di una crescita troppo rapida e incontrollata: surriscaldamento dell’economia, inflazione e deficit della bilancia commerciale. In particolare, conclude il rapporto, bisognerà adottare politiche per evitare una crescita eccessiva del ricorso al credito ma anche bolle speculative


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fmi: l’Italia è un rischio per l’Europa

Fmi in versione Cassandra su banche e Italia

Grecia: bene il nuovo bond a 5 anni, ma la strada è ancora lunga

Grecia: dubbi della Ue sulla sostenibilità del debito post bailout

Grecia: accordo sulle nuove misure di austerity, ma Fmi resta critico

World Economic Forum: Christine Lagarde chiede riforme contro populismo

Il Fmi promuove lo yuan

Fmi: ancora troppe sofferenze nei bilanci delle banche

La Grecia ha un nuovo ministro dell’Economia, Fmi: pronti a dare aiuto

Lagarde (Fmi): nessuna dilazione per Atene

Ucraina: raggiunta una tregua, si muove l’Fmi

Fmi: Christine Lagarde indagata per la vicenda Tapie

Fmi lima le stime di crescita mondiale

Meno polizze, più fondi: sono due conti mentali diversi

Mussari: cara Lagarde ti scrivo, le banche italiane sono solide

Fmi, Montanino sarà il nuovo direttore esecutivo per l’Italia

Cambio a sorpresa ai vertici del Fmi, Borges lascia

Italia sotto esame, arriva il monitoraggio del Fmi

Strauss Kahn (FM): “double dip non è impossibile”

Gli Usa rallentano, affondo del FMI

Grecia, la Germania apre agli aiuti

Grecia, piano da 100 miliardi

Oggi il G20: regole & finanza sul tavolo

L’ FMI taglia le stime Italia

Banche – FMI ridurre il debito

Tremonti, per la Grecia usiamo l’Fmi

Strauss-Kahn, tre principi per crescere

FMI e Bundesbank, un accordo da 15 miliardi

Il Fmi avverte, rischio di deflazione quest'anno e d'inflazione il prossimo

Crisi, Bce e Fmi spingono per misure non convenzionali

Crac Islanda e Ungheria, 18 miliardi dal Fmi

Fed e Fmi finanziano i paesi emergenti

Fmi, pronti 2 miliardi di dollari per l’Islanda

Ti può anche interessare

E’ partito l’ITForum a Milano

Inizia oggi l'evento targato Blue Financial Communication ...

Il grande crollo dei gestori

Si è soliti ritenere che retailers ed automobiles dovranno affrontare i maggiori ostacoli per l’e ...

Borse, come sarà il 2019

L’outlook Maria Paola Toschi, global market strategist di J.P. Morgan Asset Management. ...