Fed più vicina al quantitative easing

A
A
A
Avatar di Redazione 20 Ottobre 2010 | 10:30
Si fa strada l’ipotesi di nuove misure di allentamento quantitativo, tramite l’acquisto di 100 mld di bond al mese da parte della Federal Reserve.

La Federal Reserve si prepara a lanciare nuove misure di allentamento quantitativo per rilanciare l’economia. Le divergenze di opinioni tra i banchieri dell’istituto centrale certo non mancano, ma secondo indiscrezioni l’opzione che sta acquistando progressivamente consenso è quella dell’acquisto di nuovi titoli di Stato. E l’operazione in cantiere, ha precisato il presidente della Fed di Atlantia Dennis Lockhart in un’intervista alla Cnbc Television, potrebbe aggirarsi attorno ai 100 miliardi di dollari di bond al mese.

L’economia Usa dovrebbe essere cresciuta dell’1,9% nel terzo trimestre, un livello considerato troppo basso per ridurre la disoccupazione. Gli acquisti di debito pubblico dovrebbero spingere al ribasso i tassi di lungo periodo e, si spera, sostenere la domanda.”Se dobbiamo realizzare un nuovo round di allentamento quantitativo – ha spiegato Lockhart – deve essere un numero abbastanza grande da fare la differenza”.
 
E aggiunto: “Come numero mensile (100 miliardi di dollari) è abbastanza coerente con quanto realizzato in passato e quindi penso che sarebbe certamente nel range che si può considerare… ma se intendi 100 miliardi come piano complessivo, penso sia un numero troppo piccolo”.
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Crisi, lo spread tifa per un governo

I 5 fondi che hanno ucciso la crisi

Fondi di investimento, NN IP: nuovo comparto green a short duration

Asset allocation, una nuova scommessa sugli emergenti

Reclutamento, i magnifici 7 di Bnl-Bnp Paribas LB

Mediobanca, Nagel attacca: “Il momento è molto triste”

Investimenti: la microfinanza come asset class alternativa

Mercati, gli effetti delle trimestrali

Una crisi indigesta alle reti

Consulenti: come essere pronti a gestire una crisi

Un poker di abusivi e una vecchia conoscenza…

Consulenti, 8 consigli per non impazzire in ufficio

Dossier fiscale Bitcoin – Le transazioni e il regime ai fini delle imposte dirette

La crisi 2008-2014 ha schiantato l’Italia, il reddito d’inclusione non basterà da solo

P2P lending, l’ultima minaccia dei prestiti multipli

Altro che luce in fondo al tunnel: i fallimenti aumentano

Slovenia: delude l’asta dei titoli di Stato, cresce l’allarme sulle banche

La Spagna pronta a chiedere aiuti. E lo spread risale

Santader Uk mette le mani avanti

Moody’s pessimista: tagliate le stime sul Pil dell’Italia

A Singapore è più bello fare il banchiere

Moody’s e Fitch promuovono l’Italia con riserva

Crisi Europa: Moody’s ci vede chiaro(scuro)

Swiss and Global riduce l’esposizione azionaria

G20, accordo ancora lontano

Draghi: ridurre dipendenza da agenzie di rating

La ripresa? Ricetta in 5 punti

Patto di stabilità Ue, Mussari (Abi): non siamo soddisfatti

La Fed pronta a comprare bond ma su scala ridotta. E il dollaro sale

Nuova riforma vigilanza si parte dal 2011

Ue, Consiglio straordinario ministri esteri

Bini Smaghi, “non è il momento di tassare le banche”

Merkel, priorità tassa sui mercati finanziari

Ti può anche interessare

Carte di credito, Conte studia lo sconto per chi le usa

Premi per chi usa la carta di credito. È il piano del premier Giuseppe Conte per contrastare lR ...

Banche e reti, per Ubs c’è chi è buy e chi no

Fineco e Anima sono da comprare, Azimut e Banca Generali da vendere. Giudizio neutro per Banca Medi ...

Fineco, un certificato per attrarre nuovi investimenti

Si parla spesso di come il mondo delle reti si sia evoluto nella proposta attraverso strumenti sempr ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X