Usa ed Asia negative. Europa stabile

A
A
A
di FIDA Finanza Dati Analisi 9 Novembre 2010 | 09:00
La giornata di oggi si chiude in moderato ribasso per la borsa di Tokio, dove il Nikkei perde lo 0,39%, scendendo a quota 9694,49 punti.

A premere sulle contrattazioni, è riapparso la tensione sul debito pubblico europeo. Per quanto riguarda le altre principali piazze asiatiche, le cose non vanno in modo molto diverso, l’Hang Seng fa segnare una perdita più consistente -1,02%, mentre lo Shanghai Composite Index -0,78%. A Wall Street le negoziazioni hanno fatto osservare stabilità durante tutta la seduta, nonostante alcune leggere controtendenze; i principali indici hanno avuto le seguenti chiusure: Dow Jones -0,33%, SP500 -0,21%, ed infine il Nasdaq +0,04%.

In Europa, le aperture non hanno fatto registrare importanti movimenti, a Londra il FTSE100 segna +0,17%, il DAX di Francoforte -0,05% ed a Parigi il CAC 40 perde 0,13 punti percentuali. A Milano l’indice FTSEMIB è leggermente maggiormente positivo delle altre piazze continentali, guadagna in apertura lo 0,24%. I titoli che hanno fatto osservare i movimenti più importanti sono i seguenti, per i migliori abbiamo: Mediobanca +2,18% e Campari +1,24%; per i peggiori, Banca Popolare di Milano -1,08%. Ad ogni modo i movimenti più rilevanti si osservano sulle commodity, dove spicca la fiammata dell’oro che tocca un nuovo record superando addirittura quota 1.410 dollari l’oncia; il petrolio che quota attorno agli 86 dollari al barile ha già fatto osservare un aumento nel prezzo dei carburanti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Forex: i target price di Goldman Sachs sui cambi principali

Forex, Euro Index in altalena prima di nuovo forte movimento direzionale

Il punto tecnico sul mercato Forex di Giovanni Maiani

NEWSLETTER
Iscriviti
X