Non solo hedge fund: ecco la carta Ucits

A
A
A
Gianluca Baldini di Gianluca Baldini 11 Novembre 2010 | 14:00
I fondi alternativi sono riusciti a sopravvivere e a generare profitti nonostante la crisi. Merito anche di un’elevata diversificazione dei sottostanti. Sembra essere questo il punto su cui concordano gli esperti del settore che abbiamo intervistato: Paola Mungo di Azimut Holding, Mario Unali di Kairos Investment, Luca Bertacchi di Pioneer Alternative e Grazia Orlandini di Prima SGR.

KAIROS INVESTMENT MANAGEMENT
Come spiega Mario Unali del team di ricerca Kairos Investment Management, la società per cui lavora offre prodotti single e multimanager caratterizzati da un’ampia diversificazione. Questo ha permesso di limitare i rischi in tempo di crisi.

Cosa offrite nel campo degli hedge?
Nell’ambito degli investimenti alternativi Kairos offre sia gestioni dirette sia fondi di fondi hedge. Accanto ai prodotti single manager gestiti da team dedicati, infatti, il team multi-manager cura ormai da un decennio un’ampia gamma di fondi diversificati, con l’obiettivo di generare performance assolute in tutte le condizioni di mercato mantenendo un elevato profilo di diversificazione nei portafogli gestiti. Il recente trend Ucits ci vede poi protagonisti assoluti a livello italiano ed europeo, con il più grande gruppo di fondi di fondi armonizzati attualmente presente sul mercato del Vecchio Continente.

Quali sono le strategie dell’azienda nel lungo periodo?
Il Gruppo è focalizzato sulla gestione attiva tesa al “total return”, tipicamente strumenti flessibili, fondi hedge e gestioni patrimoniali svincolate da qualunque logica di benchmark o parametri relativi. Da sempre poniamo un accento particolare sull’innovazione di prodotto: sono infatti targati Kairos il primo fondo di fondi hedge autorizzato in Italia e il primo fondo di fondi armonizzato (Ucits) in Europa, lanciato nella prima metá del 2009. Per i prossimi anni riteniamo necessario continuare ad innovare e a mantenere la nostra leadership nell’offerta di prodotti appetibili.

Trovi tutti gli approfondimenti
sul mondo della consulenza
su Advisor.
Tutti i mesi in edicola.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Azimut, bye bye Iran

Azimut, l’innovazione sulle orme di Elon Musk

Dossier reclutamento 2021 – Azimut, un piano per i millennial (e non solo)

Azimut, un nuovo acquisto d’eccellenza per Libera Impresa

Azimut, Martini tira la volata al fondo digital

Azimut, l’utile fa centro (assieme al reclutamento)

Azimut, ottobre dà buoni frutti e la raccolta supera i 4 miliardi

Procapite, doppietta d’autore per Bnl Bnp Paribas LB

Azimut alla conquista dell’America

Azimut punta sulla corporate finance

Martini (Azimut): “Essere Private Banker 3.0”

Azimut, ecco la scatola dei Pir

Azimut, un master per i nuovi wealth manager

Martini (Azimut): “Trasformate i vostri clienti in fan”

Azimut, la raccolta cresce con la spinta americana

Azimut ed Epic, doppio assist per l’Udinese

Consulenti, banche reti a prezzo di saldo

Banche e reti, nel 2020 è sempre domenica

Azimut, dieci regole per essere un consulente guida

Azimut Libera Impresa, affare modenese nella ceramica

Risparmio gestito, che forza Azimut e Mediolanum

Banche reti, potenze a confronto numero per numero

Banche reti, chi è già in pista con i Pir alternativi

Azimut: la raccolta va, tra Australia e alternativi

Azimut, più forza negli States grazie a Genesis

Reti e gestori: che cuccagna la performance fee

Consulente-terapista, per Martini (Azimut) questo è il futuro

Consulenti, l’ufficio è superato. Parola di Martini

Martini (Azimut) ha la soluzione per il denaro sprecato degli italiani

Azimut, Martini vuole la carica dei consulenti social

Giuliani (Azimut), la correzione e la regola di un terzo

Azimut, raccolta di fuoco e ritorno di fiamma

Azimut, un dividendo è per sempre e il reclutamento vola

NEWSLETTER
Iscriviti
X