Saxo Bank, trading disponibile anche sul Renminbi Cnh

A
A
A
di Redazione 13 Settembre 2011 | 09:37
La banca specializzata in trading e investimenti online offre un nuovo incrocio valutario: quello tra il dollaro Usa e la valuta offshore negoziata a Hong Kong …

Saxo Bank punta sulla valuta di Hong Kong. La banca specializzata in trading e investimenti online ha annunciato che,  a seguito della decisione del Governo Cinese di lasciar fluttuare la valuta, offrirà agli investitori un nuovo incrocio valutario, lo USD CNH, il tasso di cambio tra il dollaro Usa e il Renminbi Cnh, la valuta offshore negoziata a Hong Kong.

“I flussi di capitale in valuta cinese, CNY o Chinese Yuan, sono fortemente regolamentati e costituiti quasi esclusivamente da Foreign Direct Investments, che sottintendono l’apertura di una attività economica; attualmente infatti non si possono comprare asset cinesi attraverso bond o altri titoli finanziari”, hanno spiegato gli esperti di Saxo Bank.

“Fino ad oggi, all’apertura di un forward con una banca cinese per coprire il rischio di cambio, alla consegna non veniva consegnata valuta cinese, ma l’equivalente in dollari attraverso il cosiddetto USD settlement. La crescente necessità di realizzare il settlement in valuta locale ha dato vita ad un mercato parallelo, riconosciuto ufficialmente il 19 Luglio 2010 a Hong Kong. Il CNH è un mercato OTC, quindi non regolamentato, che fino ad ora non ha subito interventi da parte delle autorità cinesi, differenziandosi totalmente dal CNY che è invece monitorato dalla banca centrale cinese che ne controlla l’apprezzamento”.
 
Il sistema finanziario di Hong Kong è fortemente vantaggioso, e pertanto attrattivo per gli operatori che scambiano il CNH, valuta che sta diventando lo standard di riferimento, hanno continuato gli esperti . Saxo Bank offre la contrattazione spot per differenziali che non necessita della delivery in valuta cinese. I prezzi in streaming sono disponibili dalle 5:00 del lunedì, ora di Sydney, alle 17:00 del venerdì, ora di New York. Il cross è tradabile con un margine standard pari all’8% (4% per gli ordini che beneficiano della doppia leva) e con un target spread di 35 pip.
 
“In questi ultimi anni, il governo cinese ha consentito l’apprezzamento del Renminbi nei confronti del Dollaro statunitense e ha gradualmente liberalizzato il trading su questa valuta”, ha spiegato Claus Nielsen, Head of Trading di Saxo Bank. “Il Renminbi offshore rappresenta un’alternativa importante per prendere posizione e gestire il rischio sul Renminbi ma anche per esporsi verso investimenti reali dai rendimenti positivi. Lo sviluppo del Renminbi offshore (CNH) si integra con i piani di sviluppo strategici più ampi del governo cinese volti a trasformare il Renminbi in una nuova valuta di riserva a livello internazionale”.

“La piazza di Londra, che rappresenta circa il 37% del mercato globale delle valute e che vale il doppio rispetto al rivale più vicino, New York, è stata appena ufficialmente nominata dalla Cina come centro offshore per il trading sul Renminbi. Ci attendiamo che l’incrocio valutario USDCNH diventi presto un’interessante negoziazione anche per i nostri clienti”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Saxo bank e B.Generali, matrimonio d’eccellenze

Saxo Bank prende BinckBank per 424 milioni

Quel polo del trading online

NEWSLETTER
Iscriviti
X