Vola lo spread, rendimenti sopra quota 7%

A
A
A
di Redazione 9 Novembre 2011 | 10:31
Il rendimento di tutte le scadenze supera la fatidica – e temutissima – soglia

Prima 490. Poi 500. Poi 550. Il differenziale tra Btp e Bund brucia un record dietro l’altro e porta i rendimenti dei titoli di Stato italiani, praticamente di tutte le scadenze, nella fatidica – e temutissima – area del 7%. Un livello che rende i prestiti del mercato più costosi, e molto più caro rifinanziarsi.

I mercati si aspettavano dimissioni immediate di Silvio Berlusconi, dopo la mancata fiducia di ieri? Oppure è l’effetto della lettera con richieste di chiarimenti inviata martedì dall’Unione europea? O sono in grandi investitori che danno l’ultima spallata, secondo il copione messo a punto con la Grecia? Staremo a vedere.

Oggi, intanto, la missione Ue è sbarcata a Roma, arrivando in Bankitalia per una riunione con i tecnici di Palazzo Koch. Lo apprende l’agenzia di stampa Adnkronos. La lunga stagione dei sacrifici e degli esami sta per cominciare.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X