La giornata a New York: occhio a Apple, GM, Ford e le banche

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi2 maggio 2017 | 16:23

AUTO IN CALO A NEW YORK – Dopo la mattinata positiva delle borse europee, Wall Street parte con qualche incertezza e consiglia prudenza agli investitori anche in Europa, tanto che Piazza Affari riduce il rialzo a +0,27% (mentre Francoforte è indicata a +0,21% e Parigi a +0,58%). A pesare sono i titoli del comparto automobilistico, con General Motors, Ford e a Milano Fiat Chrysler Automobiles che tornano a perdere terreno dopo le statistiche sulle immatricolazioni di aprile (che hanno visto GM segnare un -5,8% in termini di vendite, Ford un -7,2% e Fca un -7%).

BANCHE STABILI DOPO COMMENTI TRUMP – Non vi sono per ora ulteriori contraccolpi sui titoli finanziari dopo le dichiarazioni con cui ieri il presidente Donald Trump è tornato a proporre il varo di una normativa sul modello della Glass-Steagall che imponga una separazione delle attività di banca commerciale da quelle di banca d’investimento, cosa che potrebbe obbligare colossi come Goldman Sachs, Morgan Stanley, Jp Morgan Chase ma anche Citigroup e Bank of America Merryl Lynch a procedere a scorpori societari.

IN SERATA APPLE PRESENTA I CONTI – Sempre ben impostata Apple, che ieri ha trascinato il Nasdaq al rialzo facendogli toccare un nuovo massimo storico e che oggi diramerà la trimestrale dopo la chiusura della seduta regolare. La casa della mela a fine 2016 aveva 246,09 miliardi di dollari di liquidità mantenuta all’estero e dovrebbe averla ulteriormente aumentata nel trimestre appena concluso. Sarà interessante vedere se con la riforma fiscale la cui bozza è stata presentata la scorsa settimana da Trump e che dovrà ora superare il vaglio del Congresso una parte più o meno consistente di tale cifra verrà rimpatriata.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Apple Card, la nuova carta di credito della mela morsicata

Gestori globali, ecco i titoli preferiti

Apple lancia una nuova carta di credito con Goldman Sachs

Apple, la Mela è caduta in testa alle borse

I big tech del mondo schivano 71 miliardi di tasse

Apple cade in borsa, vende meno iPhone del previsto

L’iPhone day fa correre Stmicroelectronics a Milano

Da Apple bonus multimilionario a Tim Cook

Wall Street, Apple perde quota dopo la trimestrale

Apple segna nuovi massimi storici a Wall Street

Apple Pay, presto il debutto in Italia

Non combattete la disruption

Addio petrolio, benvenuta tecnologia: quali erano le 5 aziende di maggior valore nel 2006 e quali sono nel 2016

Wall Street perde quota, delude la trimestrale di Apple

Perché Apple non convince i cinesi (con il suo ultimo evento)?

Wall Street in stallo: brilla Monsanto, incerta Apple

Apple Pay si muove: avviati i primi contatti con le banche italiane

Apple reaches a new milestone: 1 billion iPhones sold

Apple mette di buon umore Wall Street

Apple Pay ora disponibile per Visa in Svizzera

Anche Equitalia si fa digital, lanciata l’app per pagare via mobile e tablet

Google non sarà mai una banca

Apple Pay sbarca anche in Canada

Promotori, le 5 app da mettere al polso

New York sottotono, calo di Apple pesa più del recupero del greggio

Apple piace agli investitori di New York

Apple, la iBank si fa sempre più vicina

Wall Street spera in una ripresa più solida

Bnp Paribas, idee per investire su Apple

Apple attacca Nokia: “copiano”

Ti può anche interessare

Fed: Powell a muso duro con Trump

Powell siede sulla poltrona più “calda” degli Stati Uniti. E resiste alle accuse di Trump che ...

Governo, pochi giorni per decidere

Siamo arrivati alla fine dei giochi. Ieri, giovedì 22 agosto, sono terminate le consultazioni e il ...

B.Generali batte il consensus e regala masse record

E’ un semestre ancora una volta all’insegna della crescita quello di Banca Generali. La società ...