Piazza Affari, un avvio più che positivo grazie alle trimestrali

A
A
A
di Luca Spoldi 4 Maggio 2017 | 10:03

LE PEN FA SEMPRE MENO PAURA – Inizio di giornata decisamente positivo per Piazza Affari (Ftse Mib +1,06%) e i listini europei, che oscillano attorno al mezzo punto di rialzo dopo i primi scambi, grazie alla diffusione di numerose trimestrali che mostrano generalmente numeri in linea o migliori delle attese e favoriscono un ulteriore rafforzamento del trend positivo partito dopo l’esito del primo turno delle elezioni presidenziali francesi. Anche lo scenario politico sembra del resto dare una mano, dopo che ieri il confronto televisivo tra Marine Le Pen ed Emmanuel Macron sembra essere stato vinto dal candidato centrista, sempre più favorito per la corsa all’Eliseo (cosa che piace ai mercati).

PIU’ CHE ALLA FED SI GUARDA ALLE TRIMESTRALI – Scarse reazioni ha invece suscitato il comunicato con cui la Federal Reserve ieri sera ha confermato, come scontato, i tassi ai livelli attuali, iniziando tuttavia ad aprire la porta ad un ulteriore ritocco all’insù a giugno, anche in questo caso in linea con le previsioni del mercato. Dopo tre quarti d’ora di lavoro a Milano tra le blue chip si mettono in luce Leonardo (+3,2% dopo la trimestrale), Telecom Italia (+3,1% anche in questo caso dopo conti superiori alle attese di consenso), Unicredit (+2,9%) e Yoox Net a Porter (+2,7%, sempre grazie a risultati trimestrali migliori del previsto).

ITALGAS E TERNA FRENANO, CORRE ANCORA LA JUVE – Sottotono il comparto dei servizi di pubblica utilità, con Italgas e Terna in calo tra lo 0,6% e lo 0,8% dopo che Rbc ha tagliato il giudizio su entrambi da “sector perform” a “underperform”, alzando però il target price nel primo caso da 4 a 4,25 euro, nel secondo da 4,5 a 4,75 euro. Deboli anche Saipem (-0,65%) e Moncler (-0,47%), mentre tra i titoli minori continua la corsa la Juventus Fc (+1,7%) dopo la vittoria di ieri contro il Monaco, nell’andata della semifinale di Champions League.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

L’allarme di Deloitte sul calcio: i 20 top club perderanno 2 miliardi di euro di entrate. In Italia, Juventus prima per ricavi

Cristiano Ronaldo positivo al Covid-19. E in Borsa la Juventus ne risente

Ftse Mib, aumenta il rischio di un downtrend di medio termine

NEWSLETTER
Iscriviti
X