Campari vola dopo la trimestrale, Ferrari segna nuovi massimi

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 9 Maggio 2017 | 11:23

PIAZZA AFFARI TORNA A SALIRE – Esaurite le prese di profitto scattate il giorno dopo la vittoria, ampiamente preannunciata, di Emmanuel Macron alle presidenziali francesi, come da classico “sell on news”, le borse europee stamane ripartono e Piazza Affari non fa eccezioni, con il Ftse Mib che a metà mattinata guadagna lo 0,88%, al pari del Ftse Italia All-Share, mentre il Ftse Italia Star è indicato a +0,81%.

CAMPARI E FERRARI A TUTTO GAS – Tra le blue chip del listino di Milano si mettono in luce Campari (+4,5% dopo una trimestrale migliore delle attese sia per quanto riguarda i ricavi sia l’Ebit e l’utile ante imposte) e Ferrari (+2,3% a 76,95 euro dopo un massimo intraday di 77,45 euro che è il nuovo record storico per il “cavallino”). Rialzi superiori al 2% anche per Banca Generali e UnipolSai, mentre Azimut a 19,41 euro segna un ulteriore rialzo dell’1,89% dopo i guadagni già visti ieri.

POCHI I RIBASSI A MILANO – Tra i pochi titoli in ribasso stamane si notano Snam e Fiat Chrysler Automobiles poco sotto il mezzo punto di perdita a testa, senza che siano emerse particolari novità ma solo per un ulteriore flusso di prese di profitto. Incerte anche Luxottica, Terna e FinecoBank, con Atlantia e Poste Italiane appena sotto la chiusura di ieri a completare l’elenco delle blue chip che al momento restano in ribasso a Piazza Affari.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Azimut punta sulla corporate finance

Martini (Azimut): “Essere Private Banker 3.0”

Azimut, ecco la scatola dei Pir

Azimut, un master per i nuovi wealth manager

Martini (Azimut): “Trasformate i vostri clienti in fan”

Azimut, la raccolta cresce con la spinta americana

Azimut ed Epic, doppio assist per l’Udinese

Consulenti, banche reti a prezzo di saldo

Banche e reti, nel 2020 è sempre domenica

Azimut, dieci regole per essere un consulente guida

Azimut Libera Impresa, affare modenese nella ceramica

Risparmio gestito, che forza Azimut e Mediolanum

Banche reti, potenze a confronto numero per numero

Banche reti, chi è già in pista con i Pir alternativi

Azimut: la raccolta va, tra Australia e alternativi

Azimut, più forza negli States grazie a Genesis

Reti e gestori: che cuccagna la performance fee

Consulente-terapista, per Martini (Azimut) questo è il futuro

Consulenti, l’ufficio è superato. Parola di Martini

Martini (Azimut) ha la soluzione per il denaro sprecato degli italiani

Azimut, Martini vuole la carica dei consulenti social

Giuliani (Azimut), la correzione e la regola di un terzo

Azimut, raccolta di fuoco e ritorno di fiamma

Azimut, un dividendo è per sempre e il reclutamento vola

Azimut si espande negli Usa con una fetta di Kennedy Lewis

Risparmio gestito, Generali stacca tutti. Morgan Stanley e Mediolanum inseguono

Perfomance fee, Azimut e il colpaccio di giugno 

Reti e remunerazione, promossi e bocciati per BlackRock

Martini (Azimut): “BTp Futura, meglio pensarci due volte”

Azimut, impennata della raccolta

Top 10 Bluerating: Azimut campione delle Commodity

Azimut, arriva il fondo senza tasse

Pro capite, a maggio i migliori cf sono di Fideuram

NEWSLETTER
Iscriviti
X