Unicredit reagisce bene ai conti e alle parole di Mustier

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 11 Maggio 2017 | 13:13

UNICREDIT BRILLANTE A PIAZZA AFFARI – Unicredit a tutto gas a Piazza Affari, dove il titolo in tarda mattinata guadagna il 4,10% a 16,75 euro per azione con circa 24,3 milioni di pezzi passati di mano. Sospingono le quotazioni i numeri della trimestrale, chiuso con un utile di 907 milioni e un margine di intermediazione di 4.833 milioni (+11,7% rispetto al trimestre precedente), ampiamente superiori alle attese di consenso (in particolare l’utile netto era atteso pari a 612 milioni).

BENE CET1 E CREDITI DETERIORATI – Buone notizie anche sul fronte della solidità patrimoniale e della qualità del credito, con un Cet1 ratio “fully loaded” al 31 marzo (tenuto conto dell’aumento di capitale da 13 miliardi) che sale attesta all’11,45% (sopra il 12% tenendo conto delle cessioni di Pioneer Investments e Bank Pekao) dal 7,54% al 31 dicembre, mentre le rettifiche su crediti calano dell’11,8% a 670 milioni, con crediti deteriorati lordi in calo del 30% su base annua a 55,3 miliardi e sofferenze pari a 31,1 miliardi.

S&P GLOBAL ALZA IL TARGET PRICE – Dopo i “forti” numeri della trimestrale gli analisti di S&P Global hanno alzato il prezzo obiettivo sul titolo Unicredit da 16 a 21 euro, confermando la raccomandazione “strong buy”. Ad aggiungere ulteriori spunti d’interesse contribuisce anche la conference call durante la quale il Ceo Jean Pierre Mustier, che ancora per il 208-2019 non prevede mutamenti per la politica dei dividendi, ha sottolineato come il rinnovo del patto di Mediobanca non sia scontato, ipotizzando anche una possibile evoluzione degli accordi che scadranno a settembre.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Unicredit, Mustier si taglia lo stipendio del 75%

Banche e rinuncia ai bonus, Sileoni attacca Mustier

Coronavirus, dividendo UniCredit in freezer

Ti può anche interessare

Investire in oro, in un’ottica Esg

Di seguito un commento di Suzanne Hutchins (nella foto), gestore BNY Mellon Sustainable Global Real ...

ConsulenTia19, parla Bufi: “Vogliamo la giusta remunerazione per i cf”

AAl via oggi a Bologna la manifestazione sulla financial Advisory. Il presidente dell'Anasf parla a ...

Investimenti, il miraggio del 3%

Momento critico per chi ambisce ad ottenere dal mercato obbligazionario almeno un rendimento del 3%. ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X