Petrolio riparte, Russia e Arabia Saudita pronte a estendere i tagli produttivi

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi15 maggio 2017 | 17:14

PETROLIO, SI VA VERSO PROROGA TAGLI – Russia e Arabia Saudita sono favorevoli ad una estensione dei tagli produttivi concordati finora fino alla fine di giugno e che potrebbero invece restare in vigore per altri nove mesi, dunque sino a fine marzo del prossimo anno. Lo hanno annunciato il ministro del petrolio saudita Khalid Al-Falih e la sua controparte russa Alexander Novak.

RUSSIA E ARABIA SAUDITRA DANNO SEGNALE “FORTE” –  Il fatto che Russia e Arabia Saudita abbiano trovato un accordo sul tema è un “segnale molto forte” al mercato, commentano gli analisti di Societe Generale. La reazione non si è fatta attendere, coi future sul petrolio Wti che a Wall Street guadagnano circa 1,3 dollari al barile risalendo a 49,13 dollari, mentre quelli sul Brent a Londra oscillano a 50,08 dollari (1,24 dollari più di venerdì).

ENI, SAIPEM E TENARIS IN RIPRESA A MILANO – Positiva anche la reazione dei titoli del comparto petrolifero quotati a Piazza Affari, con Eni che guadagna lo 0,67%, Saipem in rialzo dell’1,38% e Tenaris a +2,46%. In calo invece il dollaro, valuta in cui sono espresse le quotazioni delle principali materie prime al mondo, compreso il petrolio, contro cui l’euro si riporta a quota 1,0978, circa mezzo punto più della chiusura di venerdì scorso.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Polizze ora in bolletta con luce e gas

Borse avanti piano, la Yellen indebolisce il dollaro

Titoli petroliferi: non è ancora il caso di indulgere nell’ottimismo

Petrolio sui minimi a 7 mesi, scattano vendite su Saipem, Eni e Tenaris

Notizie positive dall’Iran per Eni, che recupera in borsa

Piazza Affari chiude in rialzo grazie a Mps ed Eni

Eni e Mps illuminano la giornata di Piazza Affari

Opec: il mercato crede nell’accordo e il petrolio riparte

Petrolio sottotono nonostante i dati Usa, difficile intesa in seno all’Opec

Piazza Affari chiude a +1%, grazie ai titoli finanziari e petroliferi

Petrolio sopra i 47 dollari al barile, corrono Eni, Saipem e Tenaris: durerà?

Petroliferi sotto pressione, le major tagliano gli investimenti

Borse europee in frenata, ancora male Deutsche Bank

Borse europee in prudente recupero, restano in rosso i petroliferi

Petrolio prova rimbalzo, ma i titoli del settore restano prudenti

Piazza Affari dimezza il rialzo visto in mattinata

Piazza Affari, tornano acquisti sui titoli finanziari

Borse europee interrompono il rialzo, pesano trimestrali e tensione

Da Eni a ConocoPhilips, la stagione delle dismissioni sta partendo

Petrolio: niente accordo a Doha, scattano le vendite

Borse europee in moderato recupero, grazie a petroliferi e finanziari

Borsa di Milano avanti piano, Eni e Saipem subito in luce

Borse: segnali positivi dall’Asia all’Europa

Scorte petrolifere ai massimi negli Usa, ma Eni e Saipem recuperano

Il petrolio rimbalza dai minimi a 13 anni

Europa ancora in calo, pesano Cina e petrolio

Produttori auto indietro tutta sui listini europei

Eni, Saipem e Tenaris in rosso nonostante risalita petrolio

Parigi e Francoforte accelerano al rialzo

Yoox, Unipol e Mediaset corrono, ma i petroliferi frenano gli indici di Milano

Il calo del petrolio non pesa su Eni e Saipem, per ora

Solo Eni e UnipolSai si salvano dal rosso a Milano

Indici in calo, Milano fa eccezione

Ti può anche interessare

Fed, il cavallo di Troia di Trump

Christopher Waller e Judy Shelton sono le due persone che Donald Trump vorrebbe nel board della F ...

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 25/06/2019

Ecco la migliore e la peggiore performance giornaliera nella categoria dei fondi di investimento com ...

Mps e i preparativi per le nozze

Si apre la partita dell’aggregazione di Mps con altri istituti bancari. Proprio ieri, Marco Morell ...