Grecia: per Standard & Poor’s è default parziale

A
A
A

L’agenzia di rating statunitense ha declassato ancora il rating sui titoli a breve e lungo termine del Paese ellenico, portandoli a…

di Redazione28 febbraio 2012 | 09:10

A un passo dal default vero e proprio. Ieri a mercati chiusi è arrivata un’altra doccia fredda per la Grecia che si è vista ancora declassata da Standard & Poor’s. L’agenzia di rating statunitense ha infatto abbassato il giudizio di Atene portandolo a SD, cioè default selettivo, o parziale. E il downgrade ha interessato sia i titoli a lungo termine che quelli a breve, rispettivamente da CC e C a SD, spiegando che la decisione è legata al fatto che “sono venute meno le garanzie su alcune obbligazioni”.

La decisione arriva a tre giorni dal lancio dell’operazione di swap (o scambio) dei titoli greci, a cui sono chiamati i creditori privati dopo il difficile accordo raggiunto una settimana fa.

Ma Atene getta acqua sul fuoco: “Il nuovo taglio del rating era atteso e tutte le sue conseguenze sono state anticipate grazie alle decisioni prese dal Consiglio europeo e dall’ Eurogruppo, Dello stesso avviso il presidente dell’Eurogruppo Jean Claude Juncker che ha preso atto della decisione ampiamente scontata, sottolineando di aspettarsi una forte partecipazione dei creditori privati all’operazione di cancellazione del debito pubblico, lanciata venerdì scorso.  Si tratta comunque di un downgrade, quello di S&P, che porta per la prima volta un Paese dell’eurozona a subire un tale rating. E che segue quello già deciso, nei giorni scorsi, da un’altra agenzia di rating, Fitch, che la scorsa settimana aveva ribassato Atene, portandone il voto a C da CCC. Intanto, sempre S&P ha anche rivisto anche in negativo l’outlook del Fondo salva-Stati, l’ Efsf. Una decisione che riflette l’outlook negativo di Francia e Austria.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, top e flop del 19/09/18

Blackrock punta sui buoni (del tesoro)

Bufi (Anasf) risponde alle accuse del consulente

Poker di Invesco sull’Etf Plus

Fondi, top e flop del 18/09/18

Investimenti, occasione azionario

Il “buy” del consulente – 17/09/18, da Banca Generali a La Doria

Mediolanum CU tra arte, progresso e valore

Il “buy” del consulente – 7/09/18, da A2a a Zignago Vetro

Haxe guida per l’Europa di Investec AM

Advisory Apocalypse Now

Anche Bluerating è a Cernobbio

Asset Alloction: il gestore spiega l’impatto di un rating “basso”

Il “buy” del consulente – 6/09/18, da A2a a Telecom Italia

Poste, Consob sanziona l’ex direttore condannato

Consulenza e certificati, il punto sull’efficienza fiscale

Fineco alla prova dei risparmiatori

Consob, Bertezzolo prende servizio

Mercati, i “buy” del 4 settembre 2018

Asset allocation, è la (s)volta degli emergenti

Alcune irregolarità, la sanzione è la sospensione per un cf Mediolanum

Consulenti, 5 consigli per ripartire al top

Credem, la forza del leasing

Consulenti, qualche dritta per la pensione anticipata

Cointestatario incassa buono postale all’insaputa degli altri: il rimedio c’è

Caso Galloro, l’affare si ingrossa

Arianna Sim: fine delle trasmissioni

Consulenti, la formazione orientata all’utente finale

Azioni e bond mai così vicini

I mercati chiamano la consulenza

Consulenti, la tv di Instagram è un’occasione

I gruppi a misura di consulente su LinkedIn

Consulenza con i piedi

Ti può anche interessare

Consulenti, 5 consigli per motivare il team di lavoro

Ecco alcuni preziosi e utili suggerimenti su come i manager delle reti possono mantenere alto il mor ...

Rimborso a chi estingue in anticipo anche per le polizze sui mutui

L'obbligo nasce dal Decreto Legge 179/2012 convertito dallaLegge 221/2012. ...

Acquisto senza comunicazione, Consob sanziona Guerini

Sanzione amministrativa pecuniaria per un'omessa comunicazione di una operazione di acquisto ...