Le difficoltà ci sono ma Avio busserà alle porte di Piazza Affari

A
A
A
di Redazione 18 Giugno 2012 | 13:36
Secondo fonti vicine al dossier, restano alte le possibilità che la società piemontese finisca in Borsa

Secondo due fonti e una persona vicina al dossier, la strada della quotazione di Avio è ancora la preferita nonostante i possibili ritardi nell’ipo. Per un periodo ci sono stati rumor su un possibile dual track, ma “troppo è stato investito in un’ipo per non perseguirla”, ha dichiarato una delle due fonti. Al momento non ci sono aziende che stanno conducendo la due diligence per Avio, ha aggiunto la fonte, quindi un processo a “doppio binario” non è visto come un percorso alternativo alla quotazione. In ogni caso, una fonte vicina al consorzio di garanzia ha affermato che, considerando l’attuale volatilità del mercato e i 3,5 miliardi di euro del valore d’impresa conseguiti dall’azionista di maggioranza Cinven, un processo a doppio binario rappresenta comunque una possibilità. Indiscrezioni precedenti volevano le società di private equity Cvc e Clessidra interessate ad Avio.

Cinven, che detiene una quota dell’81% in Avio, aveva anche condotto negoziati in passato con il gruppo francese Safran attivo nel settore aerospaziale e della sicurezza. Avio si quoterà non appena le condizioni di mercato lo consentiranno, ha detto la prima fonte, secondo cui l’autunno di quest’anno potrebbe essere la prima finestra possibile. Originariamente Avio aveva in programma di iniziare il pre-market nella prima settimana di giugno, con book-building fissato per la fine del mese. Se Cinven intendesse lanciare l’ipo prima dell’estate, dovrebbe avviare la fase di pre-marketing al più tardi la prossima settimana, ha detto una seconda fonte vicina all’operazione.

La fonte vicina al consorzio di garanzia ha anche detto che Cinven sta cercando di uscire da Avio e che sta cercando di quotare almeno una quota del 40% senza un aumento di capitale. Inoltre, il Fondo strategico italiano (Fsi), controllato dal governo, ha acquistato la partecipazione del 15% che Finmeccanica deteneva in Avio. Con le quote attuali la società potrebbe lanciare l’ipo al più tardi nel corso dell’estate del prossimo anno, secondo quanto ha detto la persona vicina alla società. Avio ha presentato la documentazione necessaria per la sua ipo a Borsa Italiana e alla Consob il 16 maggio e ci si aspetta che gli enti diano il loro parere nel giro due mesi. Una volta che la Consob darà il suo via libera, Cinven avrà un anno di tempo per lanciare l’operazione. Secondo indiscrezioni di stampa Intesa Sanpaolo, JP Morgan, Morgan Stanley, Deutsche Bank e Barclays saranno sponsor dell’operazione, mentre una delle fonti ha detto che Hsbc agirà in qualità di joint lead manager per l’ipo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X