Le prospettive della realtà virtuale fanno sorridere LVenture Group

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi31 maggio 2017 | 12:08

VR E AR AL PUNTO DI SVOLTA – La realtà virtuale fa bene a LVenture Group, che stamane sale del 5,14% a 75,65 centesimi di euro per azione con oltre 310 mila pezzi già passati di mano a Piazza Affari, dopo che uno studio di CCS Insight ha ribadito come dopo un avvio faticoso le tecnologie della realtà virtuale (VR) e della realtà aumentata (AR) sembrano arrivate a un punto di svolta e potrebbero registrare un balzo del fatturato legato alla vendita di dispositivi sia collegati a smartphone (che si prevede raggiungano quota 70 milioni di unità vendute entro il 2021) sia autonomi (previsti 2 milioni di dispositivi venduti entro il 2021).

BUONE NOTIZIE PER AMBIENSVR E REMORIA – Buone notizie per le due controllate di LVenture Group che operano nel settore, ossia AmbiensVR e Remoria: la prima permette ai professionisti del mercato immobiliare di costruire o ricevere sul proprio smartphone i modelli in VR dei loro progetti, inviando gli elaborati tecnici senza dover acquistare alcun software, la seconda ha sviluppato Lignum, un controller bluetooth, che interagisce con i sistemi iOS e Android, riducendo al minimo i tempi di risposta (latenza) per offrire performance ottimali.

LVENTURE HA RAFFORZATO IL CAPITALE -A inizio mese LVenture aveva inoltre annunciato un aumento di capitale da 1,9 milioni di euro (operazione che ha fatto salire il capitale sociale a 9,7 milioni) riservato ad alcuni investitori strategici, tra cui Università Luiss, Sara Assicurazioni e Zenit Sgr. Risorse, ha poi sottolineato l’amministratore delegato di LVenture Group, Luigi Capello, che serviranno a finanziare lo sviluppo della società e delle sue startup, per creare “un rapido e importante valore per tutti nostri azionisti”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

LVenture Group punta su Vikey per entrare nel settore delle case vacanza

LVenture Group passa alla cassa con Netlex e vola in borsa

Lventure prima corre, poi tira il freno

Ti può anche interessare

Lyxor lancia il primo Etf Pir obbligazionario puro

Il prodotto, che ha una limitata esposizione al rischio di rialzo dei tassi, si rivolge agli interme ...

Credem, rivoluzione consulenza a 360°

Il network dei “global financial planner”, appena presentato dall'istituto, punta a offrire ai ...

Secondo miglior utile della storia per Azimut

Il risultato netto consolidato normalizzato è stato pari a 220 milioni di euro (+27% sul 2016), men ...