Borsa, la fotografia di un semestre vissuto pericolosamente

A
A
A
di Redazione 17 Luglio 2012 | 14:09
Assosim ha diffuso i dati sui primi sei mesi dell’anno. Durante i quali si è difeso bene il Mot

LA FOTOGRAFIA DI ASSOSIM – Nel primo semestre di quest’anno il controvalore degli scambi sul mercato azionario di Borsa Italiana ha registrato un forte calo, mentre sono balzati i volumi del Mot. È quanto emerge dai dati di Assosim, l’associazione degli intermediari mobiliari. Il controvalore totale degli scambi sul mercato azionario di Borsa Italiana è diminuito del 31,67% rispetto allo stesso periodo del 2011. In valore assoluto, sono stati scambiati 278 miliardi di euro, mentre il numero dei contratti scambiati, pari a 33 milioni, è diminuito del 6,19%. Si è ridotto anche il valore medio dei contratti, che è passato dagli 11.476 euro del 2011 agli 8.457 euro del 2012.

CONTROVALORE E DINTORNI – Buona la performance del Mot: i controvalori scambiati sono cresciuti del 69%, mentre l’aumento del numero di operazioni è stato del 68%: complessivamente sono stati scambiati 160 miliardi di euro di controvalore e 3,2 milioni di contratti; il valore medio dei contratti scambiati è passato da 50.290 euro del 2011 a 51.298 euro del 2012. Nel primo semestre, il numero di contratti scambiati sul mercato EuroTlx è aumentato del 15% rispetto allo stesso periodo del 2011, mentre la crescita del controvalore totale degli scambi è stata pari al 16%.

TUTTO SUI CONTRATTI – Il mercato Hi-Mtf ha fatto registrare una crescita, sia del controvalore totale scambiato in conto terzi (+15,12%) sia del numero di operazioni concluse in conto terzi (+28,17%), rispetto al medesimo periodo del 2011. Rallenta l’EtfPlus gestito da Borsa Italiana. In tutto, sono stati scambiati 32 miliardi di controvalore (-25% rispetto al primo semestre 2011) per 1,5 milioni di contratti (-19% rispetto al primo semestre 2011).

LE CLASSIFICHE
– Per quanto riguarda i contratti derivati, sull’Idem sono stati scambiati 22 milioni di contratti (-20% rispetto al primo semestre 2011). Dalle classifiche riferite ai volumi totali intermediati (conto proprio e conto terzi) nei vari mercati gestiti da Borsa Italiana, si evidenzia la prima posizione di Intermonte sim sull’Mta con il 6,93%. Banca Imi prevale sul Domestic Mot con il 14,47%, su EtfPlus con il 5,45%, su Opzioni su Azioni con il 9,49%, su Opzioni su Indice con il 7,87% e su Futures su Azioni con il 20,88%. Primo posto a Banca Sella Holding sull’EuroMot con il 20,26%. La leadership va a Société Générale sul Sedex con il 21,57%. FinecoBank brilla sul Tah con il 27,62%, su Futures su Indice con una quota del 4,45% e su Mini Futures su Indice con il 16,21%. Infine, Banca Akros vince sull’Idex con il 20,25% del mercato.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Assosim: Fineco sugli scudi nel 2020, Banca Akros forte sui bond

Spectrum Markets entra in Assosim

IR Top Consulting: Assosim entra nel comitato scientifico di Osservatorio Aim

NEWSLETTER
Iscriviti
X