Indicazioni positive per Credem

A
A
A
di Luca Spoldi 5 Giugno 2017 | 11:33

CREDEM LIMITA I DANNI – Credem limita i danni stamane a Piazza Affari, dove il titolo emiliano cede mezzo punto percentuale oscillando a 6,835 euro per azione con poco meno di 15 mila pezzi scambiati finora, facendo meglio degli indici generali (Ftse Mib -0,77% al momento) e del comparto bancario, che vede nuove prese di profitto su nomi come Unicredit, Intesa Sanpaolo, Banco Bpm e Ubi Banca.

GREGORI POSITIVO SU COSTO CREDITO – Aiuta il titolo emiliano una intervista al Sole 24 Ore, del direttore generale dell’istituto, Nazzareno Gregori, in cui il manager ha fornito indicazioni molto positive e superiori alle attese di consenso sull’asset quality della banca, con un costo del credito che a fine anno potrebbe calare a soli 30 basis point contro i 40 basis point previsti ufficialmente.

ANALISTI RIVEDONO STIME SU UTILI PER AZIONE – Uno 0,10% in meno di costo del credito, notano stamane gli analisti di Websim, può sembrare una differenza minima, ma avrebbe un impatto positivo sull`utile netto di circa l’8%, con utili per azione 2017 che potrebbero raggiungere i 56 centesimi di euro. Ciò equivarrebbe, rispetto alle quotazioni odierne, ad un rendimento superiore all’8% in termini di utile per azione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Credem, rimborso anticipato da 50 milioni

Colpaccio Credem: come anticipato, Isidoro da IWBank

Credem e Università Cattolica: nuovo team per il progetto su opinion leader e informazione

NEWSLETTER
Iscriviti
X