Cucchiani: sì alla Tobin Tax, ma solo se su scala globale

A
A
A

Il consigliere delegato di Intesa Sanpaolo è intervenuto sul tema a margine dell’88esima Giornata Mondiale del Risparmio.

di Redazione31 ottobre 2012 | 12:30

NO A SPEREQUAZIONI – La tassazione su transazione finanziarie ha un senso se applicata a tutti i Paesi. Ne è convinto Enrico Cucchiani, consigliere delegato di Intesa Sanpaolo, che a margine dell’88esima Giornata Mondiale del Risparmio, in scena oggi a Roma, ha osservato: “se la Tobin Tax non viene applicata su scala globale, si creano sperequazioni”.

NON CI PUO’ ESSERE UN PORTO FRANCO – “Sarebbe una tassa intelligente se applicata su scala globale, ma ci vuole un accordo generale”, ha continuato Cucchiani. “Non ci può essere un porto franco che non paga la Tobin Tax”.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Un poker di abusivi e una vecchia conoscenza…

Quattro nuove segnalazioni ...

Piersimoni (Pictet Am): “Elezioni tedesche, così i risultati influenzeranno il mercato”

Continuità con le politiche attuate finora dalla Merkel o integrazione europea più veloce. Ecco i ...

Model Portfolio, così nasce un portafoglio su misura

Come funziona il servizio di Deutsche Am che consente ai gestori di portafoglio di costruire più ag ...