Australia, 13 comuni battono Abn Amro e S&P

A
A
A
Avatar di Redazione 5 Novembre 2012 | 10:52
Avevano perduto milioni di dollari in prodotti finanziari tossici. E avevano organizzato una class action contro l’agenzia di rating e la banca olandese

RISCHI TOSSICI – Risolta a sfavore di Standard and Poor’s e Abn Amro la class action che ha visto protagonisti 13 consigli municipali in Australia. Gli enti locali avevano perduto milioni di dollari in prodotti finanziari tossici. Il genere di titoli a forte rendimento largamente promossi negli scorsi anni dalle grandi agenzie di investimenti, che poi si sono dimostrati rovinosi con la crisi finanziaria del 2008.

L’INVESTIMENTO – I Comuni avevano perso l’equivalente di 13 milioni di euro in complessi investimenti in Constant proportion debt obligations, pubblicizzate come Rembrandt notes e create da Abn Amro, che avevano ottenuto il rating AAA da Standard and Poor’s. I Comuni avevano perso il 93% del capitale investito verso la fine del 2006 nei titoli, acquistati tramite la società di servizi finanziari Local government financial services (Lgfs).

LA CONDANNA
– L’agenzia di rating e la banca d’investimenti sono state quindi condannate al risarcimento dalla Corte Federale a Sidney, colpevoli di negligenza e condotta ingannevole. Ciascuna delle tre agenzie dovrà rimborsare un terzo della somma totale, che con gli interessi è arrivata 24 milioni di euro. La Imf Australia, che ha finanziato l’azione collettiva, si prepara a sostenere altre azioni collettive in Australia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi e Regno Unito.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Abn Amro batte le attese, ma taglia ancora personale

Assiteca Sim e Abn Amro Life, stretta di mano nelle polizze

Bond: a Bce potrebbe servire più tempo per normalizzare politica monetaria

NEWSLETTER
Iscriviti
X