Moody’s lima i rating delle banche australiane

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 19 Giugno 2017 | 12:53

RATING TAGLIATO A 4 BANCHE AUSTRALIANE – Se amate investire in immobili, forse non è il periodo migliore per pensare al mercato australiano. Stamane infatti Moody’s Investors Service ha tagliato il rating a lungo termine delle quattro maggiori banche australiane (Australia & New Zealand Banking Group, Commonwealth Bank of Australia, National Australia Bank e Westpac Banking Corporation) da “Aa2” a “Aa3”, con outlook “stabile” per tutti i quattro istituti.

CRESCONO I RISCHI PER IL MERCATO IMMOBILIARE – La causa di questa riduzione di rating sono proprio i “rischi associati al mercato immobiliare” che secondo gli esperti di Moody’s sono “saliti sensibilmente negli ultimi anni” e sebbene una crisi immobiliare non sia lo scenario più probabile “il rischio rappresentato da un accresciuto indebitamento del settore immobiliare è diventato una preoccupazione concreta in un contesto di rating molto elevati assegnati alle banche australiane”.

L’INDEBITAMENTO PESA TROPPO – I mutui residenziali pesano per oltre il 60% dei prestiti erogati. Recentemente, sotto la pressione delle autorità, le banche hanno autonomamente irrigidito i criteri per l’erogazione di nuovi prestiti, ma la combinazione di prezzi immobiliari in crescita e crescita delle paghe stagnante hanno aumentato il tasso di indebitamento delle famiglie australiane proprietarie di immobili all’89% del reddito disponibile, uno dei livelli più elevati al mondo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Polizze, come tutelare gli acquirenti di immobili in costruzione

Immobili, valore in calo del 10%. Ma quotazioni in ripresa nel 2021

Dove investire in immobili: i settori ora più redditizi

NEWSLETTER
Iscriviti
X