Telefonia mobile e finanza, sempre più investimenti viaggiano sullo smartphone

A
A
A

Il rapporto che lega la telefonia mobile e la finanza sta diventando sempre più simbiotico. La società di trading online Oanda individua cinque trend che spopoleranno nel 2013.

di Redazione30 aprile 2013 | 13:57

TELEFONI E FINANZA – Transazioni commerciali portate a termine col cellulare, trasferimento di denaro mediante software e app per smartphone, scambiarsi opinioni su social network dedicati al forex e ad altri mercati di investimento. Il rapporto fra telefonia mobile e finanza sta diventando sempre più forte e sempre più diffuso, grazie all’immediatezza e alla semplicità garantite dai nuovi device.

I CINQUE TREND – Diventa a questo punto fondamentale per gli operatori del mercato seguire questa evoluzione e coglierne gli aspetti più promettenti. A tal proposito, la società di trading online Oanda ha individuato cinque trend da tenere sotto controllo durante quest’anno, perché conosceranno un vero e proprio boom sulla scorta del successo commerciale di smartphone e tablet.

PAGAMENTI ONLINE – Grande protagonista sarà l’incremento dei pagamenti effettuati senza passaggio di contante. Degno di nota a riguardo il sistema elaborato da Visa, che durante le Olimpiadi di Londra 2012 ha sperimentato con successo il suo sistema contactless, ovvero le transazioni che avvengono senza usare fisicamente la carta di credito.

I SOCIAL NETWORK -Una seconda importante tendenza riguarderà invece gli investimenti effettuati direttamente attraverso social network, cosa che sta spingendo le piattaforme social più utilizzate a dotarsi di applicazioni sempre più sofisticate (pensiamo a StockTwits, una sorta di network ispirato a Twitter dove gli investitori possono dialogare scambiandosi idee, strategie e valutazioni sui mercati).

LE APP – Sul terzo gradino del podio troviamo le app per la compravendita online di titoli; seguono i servizi che consentono all’utente di amministrare le proprie finanze via smartphone (pensiamo ad applicazioni come PocketMoney o Mint) e la tendenza sempre più gettonata di verificare la propria spesa mediante il cellulare (significativo a riguardo il convertitore di valuta online, in grado di offrire costantemente un responso circa il tetto di spesa che l’utente ha fissato mentre si trova in un altro Paese).

GLI AFFARI SUL TELEFONO – La rivoluzione digitale ha in definitiva trasformato il mondo della finanza: “Ormai una parte rilevante del nostro rapporto quotidiano con il settore bancario avviene attraverso un dispositivo mobile” ha dichiarato a riguardo un consulente di Oanda, “occuparsi dei propri affari via cellulare è diventata la regola, non l’eccezione”.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Criptovalute, anche la Svizzera alza le antenne

La Finma pubblica una guida pratica sulle ICO ...

Qatar: le tensioni geopolitiche fanno defluire i capitali stranieri

CAPITALI ESTERI IN FUGA DAL QATAR – Depositi esteri in fuga dal Qatar dopo che l’emirato è ...

I risparmiatori italiani voltano le spalle ai bond

Il valore delle obbligazioni nel portafoglio delle famiglie è ai minimi dal 1950 ...