Nomura: per gli investitori istituzionali la Borsa di Tokyo è destinata a salire

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 22 Giugno 2017 | 09:37

MIGLIORANO LE PROSPETTIVE DELLA BORSA DI TOKYO – Che prospettive offre il mercato azionario di Tokyo nei prossimi tre mesi? Come ogni mese la domanda è stata rivolta a un panel di investitori istituzionali dal broker giapponese Nomura che sulla base delle risposte ha aggiornato il suo I-View Index, in crescita per il secondo mese consecutivo a quota 50,6 (che indica come fatto 100 i partecipanti al sondaggio, 50,6 di loro ritengono che il mercato azionario giapponese sia destinato a salire, mentre 49,4 pensano che rimarrà stabile o perderà quota).

NOMURA I-VIEW INDEX AI MASSIMI DAL FEBBRAIO 2016 – Tale livello dell’indice rappresenta il massimo dal febbraio 2016 e pare dunque indicare una ritrovata fiducia degli investitori nelle sorti del listino nipponico, almeno a breve termine. Sul listino dovrebbero continuare a influire maggiormente gli “affari internazionali” (anche se cala al 56%, 5,7 punti percentuali meno del mese scorso, il numero di coloro che indicano tale fattore come il più importante), mentre la “politica nazionale” inizia a sembrare importante al 7,7% degli intervistati, il doppio del mese scorso ma sempre una sparuta minoranza.

DOLLARO PERDE APPEAL, BENE AZIONI INTERNAZIONALI – Attenzione anche ai settori: dopo sei mesi cala per la prima volta il numero di chi indica il comparto dei produttori di attrezzature e beni capitali come il favorito, mentre torna a crescere, per il secondo mese consecutivo, il numero di chi scommette sul comparto dei produttori di attrezzature elettroniche e di precisione. A fronte di un modesto incremento di coloro che prevedono un ulteriore calo dello yen contro dollaro (che potrebbe favorire i titoli degli esportatori) diminuisce l’appeal per il dollaro Usa, mentre cresce quello delle azioni internazionali e allo stesso tempo di coloro che prevedono che da qui a un anno il Nikkei2225 si troverà su livelli più elevati.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Dollaro, c’è da scommetterci

Monete, il ruggito del dollaro fa crollare l’euro

Banca Imi, tris di bond in dollari e rubli

Bce: Draghi accenna a discussione su QE, euro dollaro sulle montagne russe

Ubs Wealth Management neutrale sull’euro/dollaro

Usa: i dati macro fanno recuperare il dollaro, in calo i T-bond

Wall Street indietreggia, le borse europee scendono

Blueindex: è tempo di trimestrali ma occhio al dollaro

Dollaro a picco dopo ennesimo schiaffo a Trump da parte del Congresso

Borse avanti piano, la Yellen indebolisce il dollaro

Banche centrali valutano ritorno alla normalità, bond e dollaro in calo

Petrolio sotto tono, le tensioni Usa-Iran rafforzano il dollaro

Credit Suisse quota obbligazioni in dollari sul Mot

Bitcoin sopra i mille dollari per la prima volta da 3 anni

Source: il 2017 sarà positivo ma volatile, occhio a bond emergenti e dollaro

Euro/dollaro verso la parità secondo Deutsche Bank

Wall Street frenata dai dati del mercato del lavoro

La Fed non tocca i tassi, lascia aperta possibilità rialzo in autunno

A New York l’ottimismo torna a prevalere

Il dollaro può far cadere il prezzo del petrolio

A settembre la Fed portebbe alzare i tassi di uno 0,25%

L’oro potrebbe calare sotto i mille dollari l’oncia

La Fed vede la ripresa ancora fragile, aspetterà ad alzare i tassi

Ci mancavano solo le voci sul dollaro per fiaccare le borse europee

Usa: Pil cala meno del temuto nel I trimestre

Pochi scambi, molte incertezze, risultato: euro in calo

Tokyo vola sui massimi a 15 anni, grazie al dollaro

L’euro non attira le banche centrali

Euro al tappeto contro dollaro dopo le parole di Draghi

Tassi: la Fed potrebbe prendere ancora tempo

Wall Street apre in ripresa, il dollaro rallenta

New York alla finestra, guarda a Bce e Russia

Wall Street indietreggia dopo i dati macro, vola il dollaro

Ti può anche interessare

Fineco è tutta del mercato

Unicredit dopo aver ceduto il 30% nel 2016 ieri ha venduto l’ultimo 18,3% incassando 1,09 miliardi ...

Poste Italiane a caccia di giovani consulenti

Poste Italiane punta al rafforzamento della rete di consulenti finanziari scommettendo sui giovani p ...

Germania, 50 miliardi contro la crisi

Le sirene dell’allarme recessione stanno suonando in Germania. Infatti, dopo il calo dell̵ ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X