Banca Carige opta per un aumento da 500 milioni

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi4 luglio 2017 | 08:21

BANCA CARIGE AUMENTA IL CAPITALE, VARA DISMISSIONI – Dopo aver perso quasi 2 miliardi di euro negli ultimi quattro anni a causa di svalutazioni su crediti deteriorati e del rallentamento dell’attività creditizia, Banca Carige, pressata dalla Bce, ha alla fine deciso di dare il via a un aumento di capitale da 500 milioni (anzichè 450 milioni come inizialmente preventivato, ndr) e a dismissioni per 200 milioni di euro. E’ questo il risultato del Cda di ieri a cui ha partecipato anche il neo-amministratore delegato, Paolo Fiorentino che ha inoltre previsto che il processo di dismissione degli Npl che vedrà la cessione di un primo portafoglio di circa 940 milioni lordi entro il corrente esercizio prosegua poi con ulteriori dismissioni per 1,2 miliardi (dei 2,4 miliardi rimanenti, ndr).

AUMENTO PRE-GARANTITO DA DEUTSCHE BANK E CREDIT SUISSE – Secondo quanto si legge in una nota emessa al termine del Cda, l’aumento di capitale, da lanciare entro fine anno, è già assistito da un accordo di pre-garanzia siglato con Credit Suisse e Deutsche Bank, in qualità di Joint Global Coordinators eJoint Bookrunners, peraltro sottoposto ad alcune precondizioni tra cui “l’approvazione e attuazione di un piano industriale e finanziario sostenibile, ivi incluse l’implementazione delle citate dismissioni di asset ed eventuali altre operazioni di ottimizzazione del capitale, nonché al feedback degli investitori in relazione alla prospettata operazione di aumento di capitale”.

CEDUTI IMMOBILI, CREDITIS, PIATTAFORMA RECUPERO CREDITI E ACQUIRING – In particolare per quanto riguarda le cessioni si farà leva su asset “di pronta valorizzazione”, quali alcuni immobili di pregio, la partecipazione totalitaria  nella società di credito al consumo del gruppo, Creditis, il ramo d’azienda relativo alla piattaforma di recupero dei crediti in sofferenza e il business di “acquiring”, ovvero i servizi di incasso relativi ai contratti POS (merchant book). Smentite dunque le voci che volevano la cessione della quota eccedente il 3% in Banca d’Italia e della partecipazione nell’Autostrada dei Fiori. A completamento delle azioni di rafforzamento patrimoniale sono previsti inoltre un ulteriore innalzamento del grado di copertura e “alcune azioni di de-risking” in particolare sull’ammontare di inadempienze probabili. Il Cda di Carige ha infine nominato Andrea Soro (ex Unicredit ed ex Credit Suisse) quale nuovo Cfo del gruppo.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Carige, il destino nei piccoli azionisti

Carige come la bella di Torriglia: spunta uno spasimante californiano

Carige, la Bce preme per una soluzione

Carige, spuntano le alternative a BlackRock

Carige, investitori misteriosi dietro a BlackRock

Carige, BlackRock detta le sue condizioni

Carige, le offerte di Pasqua

Banca Carige rilancia sul private

Sette pretendenti per Carige

Carige, servono altri 500 milioni

Carige, in arrivo bond miliardario

Carige, Mustier di Unicredit ci fa un pensiero

Carige, Padoan: il governo fa i conti con la realtà

Carige, spuntano le telefonate di Conte nel salvataggio di stato

Carige, terremoto ai vertici

Mei corre per Banca Carige

Assogestioni è l’ago della bilancia di Carige

Divergenze sulla governance, si dimette il presidente di Banca Carige

Credito Fondiario prende un portafoglio di Npl da Banca Carige

Banca Carige, trattativa in esclusiva con Chenavari per Creditis

Carige, aumento di capitale da 1 centesimo (per azione)

Banca Carige taglia 120 filiali e 1.000 dipendenti

Piazza Affari, occhio a Banca Carige, Unipol e Banca Mediolanum

Banca Carige: trimestrale con luci ed ombre, il titolo perde quota in borsa

Banca Carige tira il fiato, attende indicazioni su esuberi

Banca Cesare Ponti non è più in vendita

Banca Carige continua a correre a Piazza Affari

Banca Carige parte bene, poi tira il fiato

Banche: oltre a Banca Carige occhio a Mps

Banca Carige sotto i riflettori, oggi Cda determinante per cartolarizzazione Npl e aumento

Piazza Affari chiude in calo, tra petrolio in rialzo e banche sotto esame

Piazza Affari corre con le banche, brilla Unicredit

Paolo Fiorentino è il nuovo numero uno di Banca Carige, ma il titolo cala in borsa

Ti può anche interessare

Tagli Unicredit, Salvini dice la sua

Ha sicuramente fatto molto clamore la recente notizia del ridimensionamento previsto dell’orga ...

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 25/06/2019

Ecco la migliore e la peggiore performance giornaliera nella categoria dei fondi di investimento com ...

Guerra dazi, conto salato per l’Italia

Brutte notizie per l’Italia. La guerra dei dazi continua a tenere banco sui mercati, minacc ...