La Brexit aumenta il fascino di Francoforte, ma Londra resta la capitale della finanza mondiale

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi4 luglio 2017 | 11:02

IN TANTI GUARDANO A FRANCOFORTE – Sarà anche “un po’ grigia, un po’ noiosa”, ma in fondo sono così anche la maggior parte dei banchieri. Così Francoforte sta diventando ogni giorno di più l’alternativa a Londra post-Brexit. Questo almeno secondo l’agenzia Bloomberg, che segnala come grandi nomi della finanza mondiale da Standard Chartered a Nomura Holdings, da Sumitomo Mitsui Financial Group a Daiwa Securities Group abbiano già deciso di ridurre la loro presenza nella capitale britannica, mentre altri come Citigroup, Goldman Sachs Group e Morgan Stanley stiano valutando una mossa analoga.

MA LA BREXIT SPOSTERA’ POCHI BANCHIERI – Ciò detto, non sembra che si assisterà ad un crollo della presenza di banche e banchieri a Londra: alla fine solo poche migliaia di addetti potrebbero essere realmente trasferiti da Londra a Francoforte (le stime attualmente parlano di circa 5 mila persone in tutto). Uno spostamento quasi impercettibile nella classifica dei maggiori centri finanziari mondiali (il Global Financial Centres Index), nella quale Francoforte è attualmente solo 23esima, dietro a Shenzen e poco sopra Seul, mentre Londra continua a restare saldamente in testa, davanti a New York.

FRANCOFORTE RESTA TROPPO PICCOLA E POCO SVILIPPATA – Il problema è che Francoforte è storicamente stata sempre e solo la base di due grandi banche d’investimento (Deutsche Bank e Commerzbank), entrambe un po’ acciaccate negli ultimi anni, ma non ha mai sviluppato un ricco tessuto di attività in aree come l’assicurazione, la riassicurazione, l’asset management, i servizi legali, il trading e così via. Tutte aree dove Londra eccelle da secoli e che continueranno a fare la differenza anche dopo l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea. L’unico vero asso nella manica di Francoforte sembra essere il fatto che è la sede della Bce e delle autorità che regolamentano il mercato finanziario europeo. Visto però le differenze su base dimensionale (Londra è una città grande dieci volte Francoforte), probabilmente più che un esodo di banchieri nei prossimi anni si verificheranno assunzioni mirate per rafforzare gli staff nella città tedesca, senza particolare impatto sulla City.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Con Consob per parlare di banca e finanza

Deutsche Bank: occhio a chi ne sfrutta illecitamente il marchio

Unicredit, svolta di Mustier: resterà da sola per 3/4 anni

Pressioni commerciali, il vero pericolo è nelle reti

Private banking, Julius Bär vende Kairos

Intesa Sanpaolo sceglie la blockchain

Sono pronti i nuovi super manager di Banca Mediolanum

Un Remix a firma Fineco

Si rafforza il commerciale di Raiffeisen CM

Ubi Banca, Massiah apre al matrimonio

Hanno ucciso il Private Banking…

JPMorgan lancia la sfida alle banche

Banche, incubo mega bolla sui derivati

Mediobanca, tutto fatto per il nuovo patto

Il tesoro dei Doris vale oltre un miliardo

Banche, obbligazioni subordinate tra rischio e occasione

Banca Generali: rotta verso gli 80 miliardi

Intesa Sanpaolo, il futuro è digital

Bluerating Awards: il videomessaggio di Foti ai consulenti

Fideuram ISPB, Longo guiderà l’hub svizzero

Private Banking Awards, ecco i premiati

Private banking, la grande onda è in arrivo

Credit Suisse, altri 30 milioni in Italia

Manovra, le banche rimbalzano in borsa

Mediolanum, Doris passa il testimone ai figli

MCU, un nuovo viaggio attraverso la luce

Grossi per l’innovazione digitale di Credem

Esuberi e pressioni commerciali in banca, i sindacati in allarme

Spread, Abi lancia l’allarme

Nozze di perla nel private banking di Fideuram

Widiba, la tutela patrimoniale è on the road

Il “terzo incomodo” concorre alla radiazione di un ex Mediolanum

Fideuram, l’utile è in calo

Ti può anche interessare

Gam, un terzo delle masse in più

Cresce del 31% il patrimonio in gestione ...

Oam, censimento per i Compro-oro

Operazione in vista dell’iscrizione a un apposito elenco degli operatori del settore che verrà ge ...

Crypto e Fintech a Milano per i professionisti della finanza

Numerosi i progetti e gli speaker presenti in una due giorni milanese, tra startup digitali e invest ...