Mps: Cerved si allea con Quaestio per offerta per Juliet

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi5 luglio 2017 | 13:18

CERVED CON QUAESTIO PER JULIET – Cerved in rialzo di circa l’1,4% a 9,585 a Piazza Affari con oltre 96 mila titoli scambiati, dopo la notizia che la società ha perfezionato un accordo con Quaestio Holding (cui fanno indirettamente capo i fondi Atlante e Atlante 2) per lo sviluppo di una partnership industriale focalizzata sulle attività di “special servicing”. Le due società avanzeranno un’offerta congiunta della piattaforma di servicing “Juliet” facente capo a Mps, come del resto previsto nel piano di ristrutturazione 2017-2020.

TRATTATIVE NELLA FASE FINALE – Juliet gestisce già da alcuni anni il portafoglio di crediti deteriorati di Mps e grazie all’intervento di Cerved-Quaestio sarebbe ulteriormente potenziata. I due gruppi potrebbero infatti apportare un significativo know how sviluppato nel settore dei crediti deteriorati. La trattativa con Mps, partita a febbraio con l’intenzione di arrivare alla definizione di un accordo entro quattro mesi, dovrebbe essere ormai prossime alla conclusione.

ESTESO ACCORDO CON BHW – Da ricordare anche che a fine giugno Cerved Credit Management aveva esteso una partnership industriale con BHW per la gestione dei crediti deteriorati anche ad attività amministrative e di supporto sul portafoglio di crediti “in bonis”, “sub performing” e n”on performing”, notizia giudicata positiva ma di impatto quantitativo limitato, dato che da essa ci si attende solo un milione di euro di fatturato aggiuntivo.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Popolare di Bari, accordo con Cerved per gli Npl

Mps in caduta a Piazza Affari dopo gli annunci su Npl e bond

La reputazione aziendale? Ora si autogestisce con una piattaforma online

Ti può anche interessare

La paura della crisi subprime torna a Londra

A distanza di 10 anni lo spauracchio della crisi subprime torna a spaventare Londra. Provident Finan ...

Amundi affida gli emergenti a Syzdykov

Nel nuovo ruolo, il manager sarà responsabile di gestire e sviluppare la piattaforma di investiment ...

La crescita del Pil dovrebbe far bene alle banche italiane

MIGLIORA SCENARIO MACRO – Lo scenario macroeconomico italiano va schiarendosi, con Moody’s c ...