Carmignac: i tecnologici sono ancora interessanti

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi10 luglio 2017 | 12:33

IL SETTORE HIGH-TECH E’ ANCORA ATTRAENTE – Il settore high-tech? Resta “piuttosto attraente” per gli esperti di Carmignac, il cui responsabile azionario, David Older, è convinto che la recente correzione registrata dai principali titoli del comparto sia “dovuta principalmente al posizionamento. A seguito dell’accelerazione della dinamica dei prezzi, registrata da inizio 2017, tale contrazione risulta essere fisiologica. Tuttavia, un indicatore chiave da osservare attentamente è l’andamento dei titoli di stato Usa a 10 anni”.

FATTORI CHIAVE: TASSI E FUSIONI E ACQUISIZIONI – Un netto aumento dei tassi potrebbe infatti danneggiare il settore; peraltro nel secondo semestre dell’anno l’esperto si attende un’accelerazione dei processi di fusione e acquisizione, perché un contesto fiscale e regolamentare di supporto, unito a un’economia globale in crescita, “agirà probabilmente da catalizzatore per operazioni di fusione e acquisizione su larga scala”.

WEB, EDGE COMPUTING E CLOUD I PIU’ INTERESSANTI – Oltre ai colossi del web come Google, agli esperti di Carmignac piacciono aziende come Nvidia e Asml, “che riteniamo essere le società meglio posizionate per capitalizzare sulla base dei trend in rapida crescita nel segmento dell’edge computing”, ma anche ma anche come Activision, che potrebbe beneficiare del “crescente interesse globale nel settore e-sport”. Tra le aziende di software, che “godono delle migliori valutazioni nel settore tech, ma anche dei più alti tassi di crescita”, gli esperti puntano sui nomi del cloud come ServiceNow caratterizzati da esecuzione costante rispetto a un mercato di riferimento globale immenso, e che possono essere obiettivi di acquisizioni da parte di operatori solidi del settore che mirano a rinforzare la propria esposizione al cloud aziendale come Google, Oracle, Microsoft o Salesforce.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Btp, scorpacciata delle banche

Nel mese di novembre le banche italiane hanno aumentato a 386 miliardi la quantità di Btp nei loro ...

eToro si rafforza con Lord Fink

La nuova nomina in eToro fa seguito al crescente interesse per gli asset crypto da parte degli inves ...

Allarme risparmiatori: spread al top e banche a picco

Non si allenta la tensione sui mercati ...