Milano chiude senza tensioni un anno positivo

A
A
A

Un 2013 spumeggiante per Piazza Affari si conclude con una seduta tranquilla in cui si mettono comunque in luce Yoox e Fiat. In calo Fondiaria-Sai, prossima a salutare il listino

Luca Spoldi di Luca Spoldi30 dicembre 2013 | 17:01

ULTIMA SEDUTA DEL 2013 SENZA EMOZIONI – L’ultima seduta del 2013 a Piazza Affari vede gli indici chiudere appena sopra i livelli di venerdì scorso, col Ftse Mib a +0,06%, il Ftse Italia All-Share ugualmente a +0,06% e l’indice Ftse Italia Star che guadagna lo 0,63%. Nel 2013 il primo indice ha segnato un rialzo del 16,56%, il secondo del  17,63% mentre il Ftse Italia Star ha portato a casa un guadagno decisamente più sostanzioso: +55,7%.

CHI HA VINTO E CHI HA PERSO TRA I TITOLI – Tra le blue chip italiane oggi si sono messe in luce Yoox, Fiat e Snam, ma pure Mps (molto volatile per tutta la giornata) e Buzzi Unicem, mentre sono calate Fondiaria-Sai (che a inizio anno dovrebbe salutare Piazza Affari per far spazio a Unipol-Sai) e Mediaset. Nel coso del 2013 la migliore blue chip è risultata proprio Yoox (+173,5%), che all’ultimo ha staccato Fondiaria-Sai (+147,2%) e Mediaset (+121,5%); tonfi sostanziosi per Saipem (-46,9%) e Mps (-22,3%), con anche Eni (-4,6%) e Bpm (-0,44%) che non possono dirsi soddisfatte.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Il “buy” del consulente – 25/09/18, da Banca Sistema a Telecom Italia

I consigli giusti in diretta da Piazza Affari ...

Criptovalute, il warning della vigilanza europea sui rischi

Un avviso congiunto delle autorità sui rischi collegati alle valute virtuali ...

Noia (Pictet Am): “Puntare sulla sostenibilità conviene agli investitori”

Il country manager Italia di Pictet Asset Management sottolinea come il capitalismo responsabile pr ...