Milano chiude senza tensioni un anno positivo

A
A
A

Un 2013 spumeggiante per Piazza Affari si conclude con una seduta tranquilla in cui si mettono comunque in luce Yoox e Fiat. In calo Fondiaria-Sai, prossima a salutare il listino

Luca Spoldi di Luca Spoldi30 dicembre 2013 | 17:01

ULTIMA SEDUTA DEL 2013 SENZA EMOZIONI – L’ultima seduta del 2013 a Piazza Affari vede gli indici chiudere appena sopra i livelli di venerdì scorso, col Ftse Mib a +0,06%, il Ftse Italia All-Share ugualmente a +0,06% e l’indice Ftse Italia Star che guadagna lo 0,63%. Nel 2013 il primo indice ha segnato un rialzo del 16,56%, il secondo del  17,63% mentre il Ftse Italia Star ha portato a casa un guadagno decisamente più sostanzioso: +55,7%.

CHI HA VINTO E CHI HA PERSO TRA I TITOLI – Tra le blue chip italiane oggi si sono messe in luce Yoox, Fiat e Snam, ma pure Mps (molto volatile per tutta la giornata) e Buzzi Unicem, mentre sono calate Fondiaria-Sai (che a inizio anno dovrebbe salutare Piazza Affari per far spazio a Unipol-Sai) e Mediaset. Nel coso del 2013 la migliore blue chip è risultata proprio Yoox (+173,5%), che all’ultimo ha staccato Fondiaria-Sai (+147,2%) e Mediaset (+121,5%); tonfi sostanziosi per Saipem (-46,9%) e Mps (-22,3%), con anche Eni (-4,6%) e Bpm (-0,44%) che non possono dirsi soddisfatte.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Arrivano in Italia i bonifici istantanei

Il nuovo servizio di pagamento lanciato da Banca Sella, Intesa Sanpaolo e UniCredit ...

Mps torna in borsa, cosa fare con le azioni

La banca toscana torna sul listino di Piazza Affari dopo mesi di assenza. L’associazione dei consu ...

ITForum Milano a misura di professionista

Al via le iscrizioni per l’evento, che quest’anno punta ai “professionals” ...