Ad alzare i tassi per prima sarà la BoE

A
A
A
di Luca Spoldi 3 Febbraio 2014 | 10:57
Per gli analisti di Citigroup e Nomura la ripresa in Gran Bretagna può consentire un rialzo dei tassi già entro l’anno. La Fed continuerà col tapering, BoJ e Bce resteranno a guardare

TASSI: SARA’ LA BOE AD ALZARLI PER PRIMA – Chi alzerà per primo i tassi, tra qualche trimestre? La Federal Reserve, la Bce o la Bank of England? Secondo gli analisti di Citigroup e Nomura, segnala l’agenzia Bloomberg, dovrebbe essere proprio il governatore britannico Mark Carney a muoversi per primo, probabilmente già entro la fine dell’anno, grazie alla maggiore forza dimostrata dalla ripresa britannica.

FED  E BOJ TAGLIERANNO INCENTIVI, CHE FARA’ DRAGHI? – A rimanere fermi più a lungo dovrebbero invece essere da un lato Janet Yellen, che però proseguirà col tapering nel corso dell’anno fino probabilmente ad azzerare del tutto ulteriori acquisti di bond sul mercato entro la fine del 2014, Mario Draghi, che anzi secondo alcuni altri analisti potrebbe essere tentato dal ridurre ancora una volta i tassi già questa settimana, e Haruhiko Kuroda, che come la Yellen potrebbe però avviare una riduzione degli incentivi monetari nel corso dei prossimi mesi, pur senza toccare i tassi sullo yen.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation, mercati emergenti: ecco l’outlook di Pictet AM

Investimenti, mercati emergenti: tra crescita e inflazione non mancano le occasioni

Asset allocation: le divergenze creano opportunità nei mercati emergenti

NEWSLETTER
Iscriviti
X