Mps sotto i riflettori tra accordi e voci

A
A
A
di Luca Spoldi 3 Febbraio 2014 | 15:27
Accordo nel credito al consumo tra Mediobanca e Mps, ma l’istituto senese resta al centro delle voci soprattutto per il destino della partecipazione di Fondazione Montepaschi

MPS DISTRIBUIRA’ SERVIZI COMPASS  – Una nota di Mediobanca annuncia un accordo con Mps (oggi in calo di poco più di un punto a Piazza Affari a 16,7 centesimi per azione) per la distribuzione dei prestiti Compass (controllata di Piazzetta Cuccia nel credito al consumo) nelle oltre 2.300 filiali del gruppo bancario senese. L’accordo, precisa la nota, “è già operativo e consente al gruppo Montepaschi di integrare l’attuale offerta di Consum.it, società di credito al consumo del gruppo, con maggiori soluzioni per durata, entità e tipologia di finanziamento”.

CONTINUANO VOCI SU USCITA FONDAZIONE
– Intanto secondo indiscrezioni rilanciate dalla stampa italiana si starebbe avviando a soluzione l’empasse relativo alla cessione del 33,5% di Mps tuttora detenuto da Fondazione Mps. L’ipotesi più probabile prevederebbe la discesa in campo di due cordate: una italiana, che farebbe capo a Fondazione Cariplo, e una straniera, che potrebbe essere composta da fondi come Aabar e Pamplona, già contattati nei mesi scorsi. In ogni caso la cessione della partecipazione avverrebbe in modo frazionato e non in blocco e i proventi andrebbero a rimborsare le banche creditrici che finora hanno in pegno l’intera partecipazione a garanzia di prestiti per oltre 339 milioni di euro, con diritto di escussione in caso le quotazioni dovessero scendere sotto i 12 centesimi per azione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, bond: tutte le nuove emissioni all’insegna del green

Fineco, un bond che va a ruba

Asset allocation: l’outlook di Robeco sul credito

NEWSLETTER
Iscriviti
X