Borse in allungo nonostante delusione L’Oreal

A
A
A
di Luca Spoldi 11 Febbraio 2014 | 12:14
Listini europei in ripresa in attesa delle parole della Yellen. Tra i migliori si notano i titoli automobilistici tedeschi, mentre L’Oreal cede dopo l’accordo con Nestlè.

LISTINI EUROPEI IN RIPRESA, BRILLA FRANCOFORTE – Mattinata che dopo aver registrato un diffuso recupero dei listini asiatici (Tokyo è rimasta chiusa per festività, ma Hong Kong ha recuperato l’1,78% e Shanghai lo 0,80%) vede anche i listini europei guadagnare terreno, con Londra a +0,82%, Parigi che oscilla a +0,69%, Francoforte in rialzo dell’1,25%, mentre Madrid sale dello 0,80% e Milano guadagna lo 0,40% in attesa della prima testimonianza di Janet Yellen quale nuova numero uno della Federal Reserve, nel pomeriggio.

NIENTE OPA PER L’OREAL, CHE CEDE IN BORSA
– Il paniere Eurostoxx50 segna a sua volta +0,90%, con Bayer, Daimler e Bmw davanti a tutti. Bene anche Bbva, Airbus Group e Axa, mentre L’Oreal perde terreno dopo aver riacquistato da Nestlè un 8% di propri titoli (48,5 milioni di titoli), finora in mano al colosso svizzero al prezzo di 124,5 euro versando 3,4 miliardi in contanti e 2,6 miliardi con la cessione del 50% della joint venture Galderma. L’operazione ha deluso il mercato in quanto al termine Nestlé scenderà dal 29,4% attuale al 23,3% e la famiglia Bettencourt Meyers salirà dal 30,6% al 33,31%, sotto quel 33,33% che avrebbe fatto scattare un’opa che il mercato si attendeva fino a ieri. In modesto calo anche Generali e Iberdrola.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti