Milano in moderato calo dopo i primi scambi

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 13 Febbraio 2014 | 08:46
La frenata di Wall Street e il riaffiorare di vendite sui listini asiatici da Tokyo agli emergenti inducono nuove prese di profitto anche a Milano

A MILANO E’ ORA DI PRENDERE PROFITTO – La chiusura in lieve calo di ieri a Wall Street e il nuovo arretramento odierno dei listini asiatici, con Tokyo che vede il Nikkei225 tornare a 14.534,74 yen (-1,79%), Hong Kong in rosso dello 0,54% e Shanghai dello 0,51%, inducono a qualche presa di profitto sui titoli bancari, autori di buone performance a Milano negli ultimi giorni. Così dopo i primi scambi il Ftse Mib cede lo 0,58%, il Ftse Italia All Share segna -0,53% e il Ftse Italia Star oscilla a -0,30%.

IN RIALZO BANCO POPOLARE, ENI E TELECOM ITALIA
– Tra le blue chip del listino italiano provano a rimbalzare Banco Popolare, Eni e Telecom Italia, mentre scattano vendite su Intesa Sanpaolo, Yoox, Bpm, ma anche Pirelli e Saipem (penalizzata da una serie di giudizi negativi scattati dopo la pubblicazione dei dati del quarto trimestre 2013, giudicati deludenti). In calo di circa un punto anche Bper, che stamane ha ridotto l’obiettivo di utili 2013 a 200 milioni, rispetto ai 315 milioni previsti dal piano industriale approvato nel marzo del 2012, “a seguito delle mutate condizioni economiche e di mercato”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Ora Tsipras dovrà varare le riforme promesse alla “troika”

National Bank of Greece alla finestra, Atene attende le elezioni

Varate le riforme, Tsipras può trattare per un terzo bailout

NEWSLETTER
Iscriviti
X