Legg Mason concede subito il bis

A
A
A
di Luca Spoldi 14 Febbraio 2014 | 11:32
Ancora una seduta positiva per Legg Mason, grazie ai risultati di raccolta di gennaio che vedono il patrimonio in lieve crescita. Per gli analisti c’è del potenziale a lungo termine

LEGG MASON CONCEDE IL BIS Legg Mason concede il bis e con un rialzo dell’1,32% è riuscita anche ieri a guidare la classifica dei migliori risultati giornalieri delle componenti del Blueindex, superando Jp Morgan Chase, Allianz e Henderson Group, tutte con un guadagno tra lo 0,8% e lo 0,9%. A giocare a favore del gestore di Baltimora sono stati i dati di raccolta di gennaio, che hanno visto il patrimonio sotto gestione salire a 679,9 miliardi di dollari, poco sopra i livelli di fine 2013, come risultato di un calo del 2% dei fondi azionari (il cui patrimonio si è ridotto a 177,8 miliardi) e di un incremento di quelli obbligazionari (+0,8% a 358,4 miliardi). In crescita anche gli asset assimilabili a liquidità (+1,6% a 143,7 miliardi).

PER GLI ANALISTI C’E’ DEL POTENZIALE – Gli analisti di Zacks Investment Research commentando i dati notano come Legg Mason abbia “il potenziale di sovraperformare i suoi concorrenti nel lungo periodo, dato il suo mix di prodotti diversificato e la leva rappresentata dal cambiamento demografico mercato. Inoltre, un rimbalzo significativo dei mercati azionari nei prossimi trimestri agirebbe da catalizzatore”, anche se nel breve termine potrebbero registrarsi ulteriori significativi deflussi.Tuttavia – concludono gli esperti – grazie alle iniziative di ristrutturazione della società e agli aggressivi tagli dei costi, ci aspettiamo una migliore efficienza operativa e che il pagamento del dividendo aumentri la fiducia degli investitori nel titolo”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Crisi Covid, il modello della Grecia e gli insegnamenti per l’Italia

L’estate si avvicina, l’Europa prova a riaprire le frontiere

Austria resta off limits per chi proviene dall’Italia

NEWSLETTER
Iscriviti
X