Milano prudente, in luce Bpm frena UnipolSai

A
A
A
di Luca Spoldi 25 Febbraio 2014 | 08:42
Dopo i primi scambi l’attenzione a Milano si focalizza sui titoli finanziari. Allungano il passo Bpm, Banco Popolare e Mps, mentre UnipolSai perde quota. Debole anche Cnh Industrial

AVVIO PRUDENTE, BENE BPM – Avvio di giornata senza grandi emozioni a Piazza Affari, dove gli indici oscillano attorno ai livelli di ieri sera, col Ftse Mib che dopo un quarto d’ora di lavoro segna -0,18%, il Ftse Italia All Share a -0,14% mentre il Ftse Italia Star prova a salire dello 0,20%. Tra le blue chip italiane Bpm è in rialzo del 2,5% circa, grazie alla decisione di Equita Sim di alzare a “buy” (acuistare) il rating sul titolo con target price di 64 centesimi di euro per azione.

MPS, FONDAZIONE FIDUCIOSA SU VENDITA – Bene anche Banco Popolare, che recupera un altro punto in attesa della presentazione del nuovo piano industriale, e Mps, che sale di mezzo punto dopo che Hsbc ha portato a “neutral” (da “underperform”) il rating sul titolo e dopo che la Fondazione Montepaschi ha ribadito di essere fiduciosa di riuscire a ridurre la partecipazione (31,5%) in “tempi ragionevoli” entro il 5%. Secondo voci di stampa l’operazione potrebbe andare in porto entro fine marzo. In calo di oltre un punto UnipolSai e Cnh Industrial.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Grecia, la crisi potrebbe non essere finita

Grecia in rivolta contro Ue e Fmi ma nessuno ne parla più

Ora Tsipras dovrà varare le riforme promesse alla “troika”

NEWSLETTER
Iscriviti
X