Anche Tokyo incrocia le dita e rimbalza

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 4 Marzo 2014 | 11:08
Nonostante il permanere di uno stato di allerta in Crimea la speranza che prevalga una soluzione diplomatica consente ai listini asiatici di recuperare terreno

ANCHE L’ASIA PROVA A RIMBALZARE – Il trascorrere delle ore senza che si sia giunti a uno scontro armato in Crimea tra Ucraina e Russia consente ai mercati azionari anche asiatici di recuperare terreno, con Tokyo che vede il Nikkei225 rimbalzare a 14.721.48 yen (+0,47%), Hong Kong che chiude a +0,70% mentre Shanghai, ieri positiva, oggi cede lo 0,28%. Tra le blue chip giapponesi si mettono in luce Tokyo Tatemono, Nippon Paper Industries e Sumitomo Realty & Development, mentre cedono ulteriore terreno Ngk Insulators, Advantest e Nitto Denko.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

I fondi tornano a investire in centri commerciali nel Sud Italia

NEWSLETTER
Iscriviti
X