Aziende Usa ancora prudenti nelle assunzioni

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 5 Marzo 2014 | 15:25
In febbraio le aziende Usa hanno assunto 139 mila nuovi dipendenti contro i 155 mila previsti dal mercato che ora attende i numeri complessivi del Labour Department

AZIENDE USA ASSUMONO CON PRUDENZA – Le società private statunitensi stentano ad aumentare il ritmo delle assunzioni: secondo i dati di Adp Research Institute le assunzioni nette del settore privato sono salite in febbraio a quota 139 mila, meno delle 155 mila mediamente previste dal mercato, che ora attende i dati ufficiali del Labour Department in calendario venerdì prossimo (in questo caso il consensus è di 150 mila posti di lavoro non agricoli creati in tutto, a fronte dei 113 mila di gennaio). In un report separato anche l’Institute for Supply Management ha segnalato che l’indice Isp per il settore dei servizi è scivolato a febbraio a 53,5 punti dai 54 punti di gennaio.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Unione bancaria, la mina dei derivati sugli istituti europei

Derivati, ora più poteri a Esma

Derivati, la Brexit non sgancia la bomba

Derivati, vittoria in tribunale del Credem e dello Studio Zitiello

Nuovo governo a rischio scivolone sui derivati

Derivati, la Corte dei Conti chiede più di 4 miliardi a Morgan Stanley

Bafin: Deutsche Bank contabilizzò impropriamente dozzine di operazioni

Mps cala, al via procedimento per ristrutturazione derivato Alexandria

Derivati: banche e investitori dovranno passare dalle clearing houses

Borse: sulla piazza di Londra arrivano i derivati targati Cme Group

Professional Financial Traders – Genève Invest, qui logo ci cova

Derivati, Draghi detta le regole

Cds, derivati e short: oggi la stretta Ue

Comune di Roma a rischio scandalo derivati come Milano

Derivati Milano, per ora il giudice dà ragione a Palazzo Marino

Banche italiane: meno rischio sui derivati

Consulenti – Ingiusto archiviare l’affaire derivati

Scandalo derivati, arrivano 30 rinvii a giudizio

Derivati, non abbiamo imparato nulla

Parola d'ordine: chiudere i derivati

Derivati, l'Isda chiede garanzie alla Commissione Europea

Osservatorio derivati: la crisi finanziaria e la voglia di regolamentazione

Osservatorio Derivati: segnali di rallentamento nei volumi OTC e regolamentati

Enti pubblici, continua lo scandalo derivati

Scandalo derivati: le banche disertano l'udienza

Scandalo derivati: sequestrati alle banche 460 milioni

Scandalo comuni & derivati: arriva l'assistenza di Assorisp

I derivati tengono sotto scacco Milano

Le Banche USA chiedono una riforma del mercato

Scandalo derivati: Citigroup pronta a pagare

Scandalo derivati: anche San Marino chiede i danni alle banche

Scandalo derivati: Corritore presenta il conto alle banche

NEWSLETTER
Iscriviti
X