Primi segnali di svolta per Gabetti

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 18 Marzo 2014 | 15:39
Il 2013 si chiude con un Ebtida positivo per Gabetti, mentre il risultato netto resta in rosso. Per il presidente Fabrizio Prete è la conferma della validità del Piano 2013-2016

EBITDA POSITIVO PER GABETTI – Il Cda di Gabetti Property Solutions ha approvato oggi il progetto di bilancio di esercizio e consolidato al 31 dicembre 2013 del gruppo, chiusi rispettivamente con una perdita netta di 1,8 e di 3,4 milioni di euro, a fronte di un Ebitda consolidato positivo dell’attività di servizi per 3,9 milioni (contro quello negativo per 6,1 milioni dell’esercizio precedente), segno di un “importante miglioramento dei margini di tutte le linee di business” e di un primo “turn around” a livello di Ebitda.

PIANO 2013-2016 STA FUNZIONANDO – Risultati che per Fabrizio Prete, presidente del gruppo controllato dalla famiglia Marcegaglia (38,45%) e nel cui capitale di recente sono entrate le banche convertendo crediti in azioni (Unicredit ha circa il 12,38%, Bpm il 6,45%, Banco Popolare il 4,94%, Intesa Sanpaolo il 3,56%, Mps il 3,08% e Bnl Bnp Paribas il 2,47%) testimonia “la bontà delle strategie intraprese dal nuovo management previste nel Piano 2013-2016”. Merito da un lato del piano della ristrutturazione e riorganizzazione societaria, dall’altra del rilancio del business e del consolidamento della leadership del gruppo, nonostante “un mercato non semplice, che però, dai primi segnali di fine 2013 e inizio 2014, si sta stabilizzando”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Digital Magics e Gabetti in luce a Piazza Affari

Immobiliare sotto la lente: dopo IPI si aspetta Beni Stabili e Gabetti

Rivoluzione a 360 gradi

NEWSLETTER
Iscriviti
X