Wall Street spera in una ripresa più solida

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 24 Marzo 2014 | 13:55

Più dei timori per la situazione in Ucraina o per il futuro irrigidimento della politica monetaria della Fed, a New York prevale la fiducia in una ripresa più solida

WALL STREET APPARE FIDUCIOSA – Wall Street apre la settimana in allungo, grazie all’ottimismo circa la solidità crescente della ripresa americana che pare superare i timori per gli sviluppi della crisi ucraina e la futura “normalizzazione” della politica monetaria americana. Così dopo i primi scambi della giornata il Dow Jones segna +0,33%, l’S&P500 è indicato a +0,15% e il Nasdaq scivola in rosso dello 0,22%.

APPLE IN EVIDENZA, DEBOLI I FARMACEUTICI – Tra le blue chip si mette in luce Apple, insieme a titoli del comparto delle materie prime e petrolifero come Newfield Exploration, Cliffs Natural Resources e Freeport-McMoRan Copper & Gold, ma anche BestBuy e First Solar. Deboli i farmaceutici con Biogen Idec, Alexion Pharmaceuticals e Regeneron Pharmaceuticals tra i peggiori. I T-bond vedono il rendimento sul decennale rimbalzare sul 2,77% e quello del trentennale sul 3,62%. L’oro cala a 1.317,7 dollari l’oncia (47,1 dollari sotto il precedente fixing), l’argento resta a 20,31 dollari (1 centesimo di rialzo) e il petrolio oscilla sui 99,46 dollari al barile (9 centesimi meno dell’ultima chiusura).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Apple Card, la nuova carta di credito della mela morsicata

Gestori globali, ecco i titoli preferiti

Apple lancia una nuova carta di credito con Goldman Sachs

Apple, la Mela è caduta in testa alle borse

I big tech del mondo schivano 71 miliardi di tasse

Apple cade in borsa, vende meno iPhone del previsto

L’iPhone day fa correre Stmicroelectronics a Milano

Da Apple bonus multimilionario a Tim Cook

Wall Street, Apple perde quota dopo la trimestrale

La giornata a New York: occhio a Apple, GM, Ford e le banche

Apple segna nuovi massimi storici a Wall Street

Apple Pay, presto il debutto in Italia

Non combattete la disruption

Addio petrolio, benvenuta tecnologia: quali erano le 5 aziende di maggior valore nel 2006 e quali sono nel 2016

Wall Street perde quota, delude la trimestrale di Apple

Perché Apple non convince i cinesi (con il suo ultimo evento)?

Wall Street in stallo: brilla Monsanto, incerta Apple

Apple Pay si muove: avviati i primi contatti con le banche italiane

Apple reaches a new milestone: 1 billion iPhones sold

Apple mette di buon umore Wall Street

Apple Pay ora disponibile per Visa in Svizzera

Anche Equitalia si fa digital, lanciata l’app per pagare via mobile e tablet

Google non sarà mai una banca

Apple Pay sbarca anche in Canada

Promotori, le 5 app da mettere al polso

New York sottotono, calo di Apple pesa più del recupero del greggio

Apple piace agli investitori di New York

Apple, la iBank si fa sempre più vicina

Bnp Paribas, idee per investire su Apple

Apple attacca Nokia: “copiano”

Ti può anche interessare

Spread infuocato, Tria pompiere

Giornata infuocata ieri per lo spread, con il differenziale che è volato ai massimi da dicembre a 2 ...

Btp, scorpacciata giapponese

Dal Paese del Sol Levante si guarda con interesse ai titoli di stato italiani. In base a quanto ripo ...

Italia graziata, lo spread ringrazia

E anche per questa volta l’Italia è stata graziata. Non ci sarà nessuna procedura d’infr ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X