Jp Morgan vuole far crescere il trading azionario

A
A
A
di Luca Spoldi 28 Marzo 2014 | 15:36
Il gruppo Usa vuole rilanciare la divisione intermediazione azionaria per diventare il terzo-quarto maggior broker al mondo a medio termine e il secondo-terzo a lunga scadenza

JP MORGAN VUOLE TORNARE PRIMEGGIARE – Jp Morgan Chase intende diventare uno dei tre maggiori broker azionari al mondo, rilanciando una divisione che negli ultimi anni è stata superata da quella dedicata al mercato dei capitali, dai derivati azionari e dalle attività di banca d’investimento. Lo sostiene l’agenzia Bloomberg citando Tim Throsby, capo del settore azionario a Londra, secondo cui la principale banca americana intende fare leva sul trading elettronico e aumentare la condivisione delle commissioni con terze parti per risalire la classifica che al momento vede il gruppo americano al sesto posto a livello mondiale.

SI PUNTA AL PODIO NEL TRADING AZIONARIO – Una posizione insoddisfacente per un gruppo che risulta il primo nell’investment banking, nei collocamenti azionari, nel reddito fisso, nel trading di materie prime e valute ed è secondo per quanto riguarda i prodotti derivati. Secondo Throsby il gruppo avrebbe già identificato delle aree “abbastanza ovvie” dove è possibile lavorare per migliorare e si porrebbe l’obiettivo di salire al “terzo-quarto posto a medio termine, ovvero al secondo o al terzo a lungo termine”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

La storia della nonnina “in guerra” con JP Morgan

Jp Morgan, dipendenti in ufficio a NY entro il 21 settembre

Banche Usa: studio segnala aumento insoddisfazione della clientela

NEWSLETTER
Iscriviti
X