Messina vuole liberare Intesa Sanpaolo di altra zavorra

A
A
A

Intesa Sanpaolo è in trattativa per cedere 8 dei 27 miliardi di euro di crediti dubbi girati alla bad bank interna Capital Light Bank. Col ricavato si stimolerebbe la crescita

Luca Spoldi di Luca Spoldi3 aprile 2014 | 11:03

INTESA SANPAOLO GUADAGNA TERRENO – A Milano tiene banco Intesa Sanpaolo, che guadagna l’1,3% a metà giornata dopo essere arrivata ad un rialzo di un paio di punti sulla notizia delle trattative, confermate ieri dall’amministratore delegato Carlo Messina nel corso di un’intervista a Bloomberg Television, per la cessione di 8 dei 27 miliardi di euro di crediti deteriorati detenuti da Capital Light Bank, la “bad bank” interna del gruppo.

DA CESSIONE CREDITI DUBBI RISORSE PER LA CRESCITA – In totale, Intesa Sanpaolo ha 57 miliardi di euro di crediti deteriorati, peraltro coperti mediamente al 46% (percentuale che sale al 62,5% per le sole sofferenze). Secondo alcuni analisti le risorse ricavate dalla cessione del portafoglio di crediti deteriorati potrebbero essere utilizzate, in assenza di particolari esigenze patrimoniali, per concedere nuovi finanziamenti.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Eurizon-BlackRock, le ragioni di un’alleanza

Modello Amundi per l’asset management di Intesa

Intesa Sanpaolo, la crescita passa da wm e assicurazioni

Ti può anche interessare

Il deficit italiano, tra Di Maio e le valutazioni Istat

Rrivisto al ribasso il debito pubblico italiano nel 2017 ...

Criptovalute, anche la Svizzera alza le antenne

La Finma pubblica una guida pratica sulle ICO ...

Assicurazioni, la rivolta degli agenti

Le reti delle imprese assicurative preoccupati per alcune norme contenute nella direttiva Idd, la M ...