Vuoi comprare azioni ma non sai da dove cominciare? E allora lascia perdere

A
A
A
Avatar di Redazione 14 Aprile 2014 | 09:28
Un lettore chiede consigli su come impiegare il capitale della famiglia e si chiede se avvicinarsi al mercato azionario…

LA LETTERA – Sono nato nel 1976, attualmente con circa 10 anni di contributi riconosciuti dall’INPS e dipendente pubblico ospedaliero, mia moglie è nata nel 1977 con circa 8 anni di contributi INPS e dipendente pubblico insegnante scuola primaria, insieme abbiamo un reddito al netto delle tasse di circa 37mila € con accredito su conto corrente postale. Abbiamo una figlia di 2 anni e mezzo ed un altro piccolo in arrivo verso giugno 2014, con casa di proprietà libera da mutui e ipoteche. Abbiamo un debito rimanente con mio suocero per l’acquisto della casa di 100mila €, con rate annuali di 10mila € che si estinguerà nel 2024.

Abbiamo 20mila € in buoni postali serie B86 del dicembre 2011 ed una polizza vita della Posta di 10mila € a scadenza 2017. A breve la mia famiglia dovrebbe vendere un immobile per il quale incasserò la mia parte corrispondente a circa 130mila €. Vorrei un vostro consiglio per il miglior impiego del nostro capitale, tenendo conto che mi sono informato su eventuali fondi pensioni di categoria, ma vincolano molto il capitale senza concrete certezze di rendimento, anzi se un giorno lo Stato decidesse di non far più dedurre il versamento a questi fondi,come ha fatto per le polizze Vita, sarebbero in perdita (mio padre che è andato in pensione nel 2003, col fondo Cometa ci è andato a pari se non addirittura rimesso!).

Sono molto orientato verso i BTP ed in particolar modo i BTP Italia in maniera di avere delle cedole da poter usare per le spese future e per reinvestirle, a tal proposito ho chiesto informazioni alla Posta e mi hanno risposto che non trattano titoli di Stato ma BFP, anche se sul sito del Ministero dell’Economia dichiara di potersi rivolgere, come intermediari per acquistare titoli di Stato sia alle banche che alle poste. Vi chiedo quindi se per acquistare i BTP Italia devo per forza aprire un nuovo conto con relativo conto titoli presso una banca, e come potrei fare ad acquistarli direttamente sul MOT nelle emissioni dello Stato invece che con l’asta con i prezzi in rialzo e le commissioni da pagare agli intermediari.

Inoltre in seguito con gli interessi maturati mi piacerebbe avvicinarmi al mercato azionario, ma non so da dove cominciare.

Lettera firmata

LONTANO DALLE AZIONI
– Appunto: se non sa da dove cominciare, non cominci. Lasci perdere. In base alle sue condizioni economiche e alle sue conoscenze finanziarie approssimative (forse dovute anche a certe risposte un po’ imprecise che le sono state date) farebbe meglio a stare lontano dal mercato azionario, piuttosto che avvicinarsi. Stia sereno con i suoi buoni postali e i suoi BTP Italia, che vanno bene per le sue esigenze di investitore che deve minimizzare i rischi e che mi pare sia poco disposto a sostenere i costi di una consulenza professionale. Che non è indispensabile, si intende, ma che per lei si renderebbe necessaria qualora desiderasse un po’ di diversificazione nel suo portafoglio e per pianificare la sua pensione integrativa.

Per leggere l’articolo completo di Marco Liera cliccare qui.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, YouInvest scommette sui robo-advisor

La coppia di 80enni investe bene ma è preoccupata da banca e bond internazionali

L’ex primario può rischiare come Buffett

NEWSLETTER
Iscriviti
X