Europa prudente, guarda a colloqui Russia-Ucraina

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 17 Aprile 2014 | 11:10
Investitori prudenti mentre a Ginevra Russia e Ucraina, con la mediazione di Usa e Ue, provano a trovare un compromesso che eviti scontri armati

A GINEVRA RUSSIA E UCRAINA CERCANO UN’INTESA – Nel giorno in cui a Ginevra la diplomazia prova a prendere il sopravvento sull’uso della forza e trovare una soluzione di compromesso per risolvere la crisi ucraina, le borse europee restano prudenti, anche se nuove trimestrali, positive, in arrivo da Wall Street e la sensazione che la Federal Reserve non intenda realmente accelerare i tempi per il ritiro degli incentivi monetari dato che di inflazione non si vede traccia alcune neppure negli Usa, consentono agli indici di limitare i cali rispetto a quanto visto in avvio di giornata.

BORSE CAUTE: MALE RWE E SAP, BRILLA DAIMLER – A metà seduta Londra oscilla così a -0,04%, Parigi è indicata a -0,13%, Francoforte (la più esposta alla crisi ucraina) oscilla a -0,18%, Madrid cede lo 0,49% e Milano, ieri in forte recupero, oggi perde lo 0,41%. L’Eurostoxx50 dal canto suo è in rosso dello 0,43%, con cali marcati per Rwe (-6% circa), Sap (-4,1%) , Danone e Unilever (entrambi oltre l’1,5% di perdite). In ripresa invece Daimler, Saint-Gobain e Munich Re, tutti attorno al punto percentuale di rialzo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

EuroStoxx50 in stand by in area 3.500 punti

EuroStoxx50 a fine corsa?

Ftse Mib o EuroStoxx50? Ecco le nuove strategie di Vontobel Certificati

NEWSLETTER
Iscriviti
X