Barrick Gold si riprende

A
A
A
di Luca Spoldi 22 Aprile 2014 | 13:03
Dopo il tonfo di ieri seguito al naufragio del matrimonio con Newmont Mining, il titolo Barrick Gold, leader mondiale della produzione di oro, rimbalza a Wall Street, anche grazie a Goldman Sachs

BARRICK GOLD SI RIPRENDE DOPO DELUSIONE – Non c’è due senza tre: dopo aver visto fallire i negoziati per una fusione nel 1991 e poi nel 2001, anche questa volta il matrimonio tra Barrick Gold e Newmont Mining non si farà. Secondo quanto riporta il Financial Post l’accordo generale si fosse trovato, tutto sarebbe naufragato all’ultimo, alo momento di definire la cessione delle miniere in Australia e Nuova Zelanda.

GOLDMAN SACHS PROMUOVE IL TITOLO – Dopo aver perso ieri il 3,89% a Wall Street, Barrick Gold rimbalza oggi nelle contrattazioni preapartura del 2% abbondante, grazie alla promozione sul titolo giunta da Goldman Sachs, che ha portato da “neutral” a “buy” il rating e alzato il target price a 21 dollari per azione contro i 17,70 dollari a cui oscilla in questo momento il titolo del gruppo canadese, leader mondiale nella produzione di oro (nel frattempo stabile sui 1291 dollari l’oncia, in crescita del 7% circa da inizio anno).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Oro: mega fusione tra Barrick Gold e Randgold Resources

NEWSLETTER
Iscriviti
X