Piazza Affari: la settimana si chiude in rosso

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi21 luglio 2017 | 17:43

PIAZZA AFFARI ANCORA IN CALO – Settimana che si chiude in rosso per Piazza Affari, con l’indice Ftse Mib che anche oggi lascia sul terreno oltre un punto percentuale (-1,13% a fine giornata) appesantito in particolare dai titoli del settore auto e dalle banche (che hanno visto l’indice Stoxx di settore cedere in cinque sedute il 3%).

AUTO E BANCHE SOTTOTONO – Tra le più deboli su base settimanale Fiat Chrysler Automobiles (-4,4% settimanale) tra i titoli dell’auto, dove però Ferrari ha guadagnato il 4,2%, mentre tra le banche arretrano Bper Banca (-5,2%) e Ubi Banca (-4,4%). Complessivamente Piazza Affari in cinque sedute ha visto il Ftse Mib cedere l’1,6%, un risultato determinato per oltre due terzi dall’andamento odierno a conferma di un mercato in cui la volatilità è a livelli minimi e dove gli indici tendono a muoversi lateralmente.

EURO IN RAFFORZAMENTO NONOSTANTE DRAGHI – Da segnalare sul mercato dei cambi l’euro, che nonostante i toni più concilianti del previsto di Mario Draghi al termine del meeting della Bce di ieri ha guadagnato un altro 1,7% sul dollaro, confermandosi sui massimi degli ultimi 10 mesi. Secondo molti analisti la valuta unica potrebbe ora iniziare a perdere terreno, ma per il momento il dollaro sembra risentire maggiormente delle vicende relative ad una possibile estensione delle indagini del consigliere speciale Robert Mueller sugli affari di Donald Trump, nonostante gli “altolà” già arrivato dal presidente Usa.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Bper, la scalata di Unipol

Seduta positiva per le maggiori banche italiane ed europee

Piazza Affari, giornata positiva grazie alle banche

Ti può anche interessare

Criptovalute, il warning della vigilanza europea sui rischi

Un avviso congiunto delle autorità sui rischi collegati alle valute virtuali ...

ASSET CLASS in edicola: “Gestori attivi per vocazione”

E’ uscito il numero di giugno del mensile ...

Tasso fisso a stelle e strisce

La Banca Mondiale emette per il mercato italiano una nuova Obbligazione per lo Sviluppo Sostenibile ...