Una seduta in chiaroscuro per il Blueindex

A
A
A
di Luca Spoldi 29 Aprile 2014 | 11:57
Giornata a due facce per il Blueindex: metà dei componenti è salito, metà ha chiuso in calo. Sul risultato finale hanno pesato i guai di Bank of America e le sanzioni alla Russia

BLUEINDEX DIVISO TRA RIALZI E RIBASSI – Seduta equilibrata quella di ieri per il Blueindex, con metà dei componenti in rialzo e l’altra metà in rosso, ma se si va a vedere le variazioni assolute si scopre che attorno all’1% di guadagno sono stati solo tre titoli (Bpm, +1,18%, Mediobanca, +1,08% e Gam Holding, +0,94%), mentre sono in sei ad aver perso oltre un punto (Citigroup, Goldman Sachs, Raiffeisen International, Ageas, Nordea Bank, Morgan Stanley e Franklin Resources, quest’ultima maglia nera con un -2,46%).

PESANO SANZIONI ED ERRORI CONTABILI – A pesare sul comparto finanziario sono stati ieri da un lato le attese per le ulteriori sanzioni Usa contro la Russia, pensate per colpire gli interessi economici degli esponenti del regime più vicini al presidente Vladimir Putin (uno schema che la stessa Ue ha deciso di seguire immediatamente), dall’altro lo scivolone di Bank of America, che ieri ha ammesso di aver sbagliato i calcoli relativi ai coefficienti patrimoniali e pertanto ha sospeso la distribuzione del dividendo e il buy-back, dovendo ora rinviare tutta la documentazione alla Federal Reserve per ottenere una nuova approvazione dei propri piani.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Blueindex: corre Gam, cade Legg Mason

Blueindex: è tempo di trimestrali ma occhio al dollaro

Blueindex: ottimo finale di settimana per Gam Holding

NEWSLETTER
Iscriviti
X