Wall Street apre in punta di piedi, GM richiama 2,7 milioni di auto

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 16 Maggio 2014 | 14:08
Inizio di giornata senza troppe scosse a Wall Street dopo alcuni dati macro migliori delle attese. GM richiama altri 2,7 milioni di veicoli negli Usa e perde terreno in Borsa.

WALL STREET PRUDENTE IN AVVIO – Gli “housing start” (aperture di nuovi cantieri edilizi) negli Usa sono schizzati all’insù del 13,2% in aprila, a 1,07 milioni di unità abitative su base annualizzata, rispetto alle 947mila unità di fine marzo e contro attese di consensus attorno alle 980mila abitazioni su base annualizzata. Il dato per il momento non sembra influenzare Wall Street dove dopo i primi scambi il Dow Jones oscilla a +0,02%, l’S&P500 resta a -0,02% e il Nasdaq è indicato a -0,05%.

NUOVI GUAI PER GM – Tra le blue chip General Motors è in calo di un punto dopo la notizia di un nuovo richiamo di 2,7 milioni di veicoli, evento che ha portato a quota 12,8 milioni le vetture richiamate in tutto il mondo nell’ultimo anno. Intanto i T-bond vedono il rendimento sul decennale oscillare sul 2,51% e quello sul trentennale risalire sul 3,35% dopo il rally degli ultimi giorni. L’oro resta sui 1291 dollari l’oncia (0,4 dollari sopra i livelli di ieri), l’argento apre la seduta a 19,31 dollari (altri 19 centesimi di perdita) e il petrolio risale sui 101,77 dollari al barile (26 centesimi più della vigilia).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Attenti al tasso. I nuovi bond governativi e corporate sotto la lente

Asset allocation, bond high yield: ecco i settori sui puntare

Obbligazioni, da Goldman Sachs una nuova emissione a tasso fisso in renminbi

NEWSLETTER
Iscriviti
X