Intesa Sanpaolo chiude la vicenda Ber Banca

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 23 Maggio 2014 | 12:43
Il consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo ha definito una transazione con gli ex amministratori e sindaci di Ber Banca contro cui era stata promossa azione risarcitoria.

SI CHIUDE LA VICENDA BER BANCA – Una nota di Intesa Sanpaolo annuncia che il consiglio di sorveglianza dell’istituto ha definito la proposta transattiva dell’azione sociale di responsabilità instaurata dai commissari straordinari del Banco Emiliano Romagnolo Spa (Ber Banca) contro gli ex amministratori e sindaci nonché contro l’ex direttore generale e amministratore delegato della predetta banca, promossa il 27 dicembre 2010 e rispetto alla quale Intesa Sanpaolo era subentrata a seguito dell’incorporazione di Ber Banca con efficacia 3 dicembre 2012.

2 MILIONI DI RISARCIMENTO
– La transazione, come emerge dal verbale della riunione del cds del 7 aprile scorso, prevede che al posto della rifusione del danno patrimoniale (quantificata, in via principale, in euro 66.747.000, pari alla perdita del capitale sociale e al deficit patrimoniale esistente al 30.11.2010 e, in via subordinata, in euro 24.036.000, pari ai danni derivati da finanziamenti concessi in assenza del necessario merito creditizio, dall’operatività in derivati e in altri strumenti finanziari e da perdite relative a contenziosi transatti) nonché del risarcimento del danno non patrimoniale per lesione all’immagine e alla reputazione della banca, da liquidarsi in via equitativa, i convenuti nell’azione di responsabilità sociale procedano al pagamento di 2 milioni di euro in due tranche di pari importo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

NEWSLETTER
Iscriviti
X