Wall Street consolida i record storici dopo il nulla di fatto della Federal Reserve

A
A
A
Luca Spoldi di Luca Spoldi 27 Luglio 2017 | 10:11

LA FED RESTA IMMOBILE – Alla fine la Federal Reserve ha dato agli investitori esattamente ciò che essi aspettavano: nulla. Ieri sera, infatti, la riunione del Fomc si è conclusa con la conferma dei tassi ufficiali sul dollaro nel range dell’1%-1,25% fissato il mese scorso dopo il secondo rialzo dei 0,25% dei tassi da inizio anno (il quarto dallo scorso anno), pur sottolineando come il mercato del lavoro continui a migliorare e l’attività economica a crescere “moderatamente”. Dopo l’annuncio Wall Street ha consolidato i propri record storici, col Dow Jones a quota 21.711 (+0,45%), l’S&P500 a 2.477 punti (+0,03%) e il Nasdaq che ha chiuso a 6.422 punti (+0,16%).

UN ALTRO RIALZO DEI TASSI ENTRO FINE ANNO – La banca centrale Usa ha infatti aggiunto che l’inflazione continua a restare sotto l’obiettivo del 2%, così nonostante abbia ribadito che alzerà i tassi almeno un’altra volta entro fine anno, i mercati continuano a “prezzare” l’eventualità che alle parole seguano i fatti attorno al 50%, come dire che il rialzo se ci sarà potrebbe avvenire più verso fine anno che in autunno e non essere seguito da altri ritocchi prima del 2018.

AVVIO RIDUZONE ATTIVO DI BILANCIO IN AUTUNNO? – Confermata anche l’intenzione di iniziare a ridurre l’attivo di bilancio, salito da meno di 900 miliardi a 4,5 triliardi di dollari dopo gli acquisti dei tre programmi di quantitative easing lanciati dopo l’esplodere della crisi del 2008, ma nessuna indicazione viene data sui tempi e sui modi, se non che si dovrebbe iniziare “relativamente presto” con la vendita di alcuni asset. Anche in questo caso l’indicazione è in linea con le attese che parlano di un avvio dall’autunno.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti, il miraggio del 3%

Investimenti, le opportunità emergenti dei bond

Bond, Europa sottozero

Bond, c’era una volta l’high yield

Asset allocation: le mosse estive sui bond

Mps, boom del bond

A Piazza Affari è bond mania

Bond, per Jp Morgan saranno tempi duri

Mercati, i bond sprofondano a tassi negativi

Carige, proroga per la garanzia pubblica

Italia, è scorpacciata di bond

Mps torna sul mercato, bond da 750 mln

Italia, la grande gelata dei bond bancari

Generali cerca un accordo in Asia

Carige, in arrivo bond miliardario

Credem fa il pieno di cover bond

Debito sovrano e corporate: allarme bolla

Credit Suisse, i bond sulle ali del Dragone

Due nuovi bond da Collezione

Se il credito deteriorato si trasforma in bond

Credit Suisse, rendimento sulla rotta di Marco Polo

Credit Suisse, la bussola dei bond

Quel bond strutturato acquistato in execution only

Obbligazioni, Iccrea Banca propone un nuovo bond senior

Ccteu e Btp sono i protagonisti della nuova infornata del Mef

Banca Imi, tris di bond in dollari e rubli

UniCredit, successo per i nuovi bond cuscinetto

Bond subordinati Mps, come ottenere i risarcimenti

Iccrea banca, emesso bond da 600 milioni

Bank of America: attenti agli emittenti “zombie” in caso di rialzo dei tassi in Europa

Bank of America: a questi livelli è sempre più concreto il rischio “bolla”

Ubs: puntare sui mercati asiatici, ma in modo selettivo

Fideuram Ispb colloca un bond di Intesa Sanpaolo

Ti può anche interessare

La gufata del venerdì: la Lagarde si auto-gufa

La nuova presidente della Bce ha scelto la figura del gufo come immagine per identificare l’inizio ...

IWBank, un webinar per i clienti sulla finanza comportamentale

E’ in programma per oggi 4 maggio alle 18:30 un webinar di IWBank, RISERVATO AI SOLI CLIENTI dal ...

Top 10 Bluerating: Wisdom Tree campione delle commodity

Le classifiche esclusive di Bluerating dedicate ai migliori prodotti del risparmio gestito disponibi ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X